Istat, commercio: calo vendite a novembre dovuto a beni non alimentari

Roma – In base ai dati istati, a novembre 2020 si è registrata una diminuzione delle vendite al dettaglio sia rispetto al mese precedente sia su base annua. Il calo è determinato dal comparto dei beni non alimentari, che ha fortemente risentito delle misure di contenimento legate all’emergenza sanitaria. La diminuzione in questo comparto ha investito sia la grande distribuzione (-25,7%) sia le imprese operanti su piccole superifici (-16,9%). Rispetto a novembre 2019, il valore delle vendite al dettaglio diminuisce sia per la grande distribuzione (-8,3%) sia per le imprese operanti su piccole superfici (-12,5%). Le vendite al di fuori dei negozi calano del 14,3% mentre il commercio elettronico è in forte aumento (+50,2%).