Incontro in Regione sulla crisi Cornegliani: Lattuada (Cgil), garantire lavoro e produzione

Milano – “Nella mattina di oggi – si legge in una nota FILCTEM CGIL Mantova, FEMCA CISL Asse del Po, UILTEC UIL Mantova – abbiamo avuto il primo tavolo di Regione Lombardia riguardante la crisi Corneliani: in videoconferenza, insieme alle RSU Corneliani, ci siamo confrontati con l’Assessore regionale Rizzoli, il Prefetto di Mantova Carolina Bellantoni, il Sindaco di Mantova Mattia Palazzi, il commissario giudiziale Dott. Gasparini, l’azienda rappresentata dall’ AD Brandazza, dall’HR Arsti, dall’avvocato Riva e dalla dottoressa Pangaro di Confindustria. Ringraziamo la disponibilità costruttiva di tutti i partecipanti che ha fatto in modo che il confronto si sia sviluppato nella giusta direzione: una riunione preparatoria per il tavolo di domani che vedrà la partecipazione confermata degli azionisti societari ancora oggi assenti. Sono stati riconosciuti i due step -distinti- per la risoluzione della crisi: massima urgenza e sinergia tra istituzioni per cercare di risolvere il problema della liquidità, causa ad ora del blocco della produzione, così da poter poi confrontarsi in regime di continuità produttiva con possibili nuovi investitori. Siamo soddisfatti di aver visto tutti concentrati, ognuno secondo le proprie responsabilità, nel cercare di risolvere positivamente la situazione. Come è stato detto anche sul tavolo di oggi da più parti serve la massima coesione anche della proprietà perché la Corneliani rappresenta un interesse ben maggiore rispetto ai soli interessi degli attuali azionisti. Il prossimo appuntamento è quindi per domani, venerdì 3 luglio, alle ore 11.00, per l’apertura del tavolo del Ministero dello Sviluppo Economico (Mise). La nostra richiesta non cambierà: immediata nuova ricapitalizzazione da parte degli azionisti per riaprire subito la produzione e iniziare a ricostruire un presente e un futuro -certi- per la Corneliani”. Commentando l’incontro, la segretaria della Cgil Lombardia Elena Lattuada, tra l’altro ha confermato che “l’incontro è stato importante perché ha stabilito le priorità per l’appuntamento di domani al Mise, con l’obiettivo di salvare l’occupazione e la produzione di Cornegliani. Ci auguriamo che le parole spese oggi vengano rilanciate con forza al tavolo del Mise. Prioritario riprendere la produzione e garantire un futuro per i lavoratori”.