Legge elettorale, Fontana: bocciatura Consulta limita libertà cittadini

Milano – “Un vero peccato, sono amareggiato dalla decisione della Suprema Corte il cui significato potra’ essere chiarito solo leggendo le motivazioni. Si e’ tolta la possibilita’ ai cittadini di esprimersi liberamente e scegliere come eleggere i propri rappresentanti. In passato la politica non e’ mai riuscita a trovare una legge che garantisse rispetto della democrazia e governabilita’, questa poteva essere una buona occasione”. Cosi’ il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, in seguito alla decisione della Consulta di bocciare il referendum della legge elettorale.