Giovani Imprenditori Confcommercio: incontro con Marco Bacini

Giovani Imprenditori Confcommercio: incontro con Marco Bacini

Milano – Dopo la pausa estiva, ripresi gli appuntamenti di Wake Mi Up, il networking breakfast promosso dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confcommercio Milano, Lodi, Monza e Brianza. A Palazzo Bovara, il Circolo del Commercio di Milano, l’incontro con Marco Bacini, ceo MB Group, imprenditore milanese nel mondo della moda, intervistato dal presidente dei Giovani Imprenditori Andrea Colzani. Con Marco Bacini, fondatore dei concept “Rude is cool” e “Let’s Bubble” (con store in molti Paesi) i Giovani imprenditori di Confcommercio Milano, Lodi, Monza e Brianza hanno potuto confrontarsi e dialogare non solo sul tema della moda e del retail, cruciale per Milano, ma anche sull’importanza della valorizzazione delle proprie abilità come leva strategica per il successo proprio e dell’azienda. Il forte legame che identifica Milano con la moda pone il capoluogo lombardo subito dopo Rio de Janeiro, conosciuta per il Carnevale (71,17%), nella classifica della “riconoscibilità” di una città attraverso un evento. Ma le sfilate valgono per Milano quasi il doppio di quello che rappresenta la cerimonia del Nobel per Stoccolma (27,63%) e la cerimonia degli Oscar per Los Angeles (27,72%). Dei 150 miliardi di euro di valore del brand delle sfilate di moda milanesi, più di 111 miliardi riguardano Milano, 15 miliardi Como, 14 Varese e più di 11 miliardi Monza e Brianza. L’indotto creato dalla moda milanese vede il 5% nazionale di addetti con 128 mila persone coinvolte e circa il 20% di giro d’affari annuale (oltre 10 miliardi di euro, circa 160 milioni a settimana, su circa 60miliardi italiani). Andrea Colzani, presidente del Gruppo Giovani Imprenditori Confcommercio Milano, Lodi, Monza e Brianza sottolinea: “Anche in ambito di moda e retail, l’asset su cui, a mio avviso, si deve puntare è la formazione. I servizi ad alto valore aggiunto sono la chiave di volta del Made in Italy che, così, potrà essere sempre più caratterizzato da un’attenzione ai temi caldi degli ultimi tempi, come la sostenibilità, l’innovazione e il training delle maestranze che ci hanno resi famosi nel mondo e capitale della moda italiana”. Marco Bacini: “E’ stata una magnifica esperienza, un ambiente accogliente e un mix di grandi professionalità. Sicuramente un laboratorio creativo dove confrontarsi e far crescere anche nuovi progetti”.