Ambiente: “Il cuore verde di Milano”, Green Week e Forum Ambiente

Milano – Milano sempre più centro attrattivo per le idee, i progetti e i momenti di confronto nazionale e internazionale sulle tematiche ambientali. Dal 29 settembre al 7 ottobre si svolgerà in città la prima edizione del “Forum Ambiente”, il laboratorio culturale e scientifico dedicato a contenuti, oggi più che mai, indispensabili e non procrastinabili, come la transizione ecologica, il contrasto ai cambiamenti climatici, la cura del paesaggio e del verde urbano passando per la tutela del suolo, delle acque e della qualità dell’aria.

Ad illustrare, oggi a Palazzo Marino, i temi del Forum, a cui si affiancheranno 270 eventi previsti in città in occasione della Milano Green Week 2022 (dal 30 settembre al 2 ottobre), il Sindaco Giuseppe Sala con l’Assessore all’Ambiente e Verde Elena Grandi affiancati da Manuela Ojan (Responsabile Transizione ambientale – AMAT), Marcello Milani (A.D. AMSA), Simone Dragone(Presidente MM), Silvio Anderloni (Direttore Bosco in città, Italia Nostra), Massimiliano Cecchetto (Presidente Commissione Ambiente e verde – Municipio 4), Gustavo Gandini (Garante degli animali – Comune di Milano), Riccardo Gini (Direttore Parco Nord, Direttore tecnico ForestaMi).

“Credo che le occasioni di incontro, confronto e dibattito dedicate alle azioni concrete che possiamo mettere in campo a favore dell’ambiente siano importanti per Milano, una città che ha posto al centro delle proprie iniziative di sviluppo una particolare attenzione ecologica – ha dichiarato il Sindaco di Milano Giuseppe Sala -. Sono certo che dal Forum Ambiente e dalla Milano Green Week arriveranno suggerimenti e suggestioni utili a definire gli indirizzi di politiche di transizione ecologica a livello locale e nazionale, nell’ambito delle quali Milano possa riconfermare il proprio impegno attivo e venga riconosciuta quale punto di riferimento culturale e scientifico autorevole”.

“Il cuore verde di Milano è grande e pulsante. In questo Forum e nella Milano Green Week vogliamo raccontare, ascoltare, progettare e confrontarci con esperti, amministratori, scienziati, divulgatori, cittadini, per costruire insieme la città che vogliamo. Una città che ponga il benessere delle persone, la qualità della vita, la tutela del suolo, dell’aria, dell’acqua, del verde, la transizione ecologica, la giustizia ambientale e sociale al centro del nostro impegno come amministratori e come cittadini”; così ha commentato l’Assessora all’Ambiente e Verde, Elena Grandi.
Il Forum sarà un’occasione d’incontro e di confronto che per quasi due settimane porterà in città convegni e dibattiti interamente dedicati all’ambiente e si intitolerà “Forum Ambiente – Il cuore verde di Milano”.  Il ricco programma di incontri, tutti gratuiti, è rivolto ai cittadini ma anche a un pubblico di professionisti: agronomi, paesaggisti, architetti, ingegneri, medici, giornalisti, e a chiunque sia sensibile alle tematiche ambientali.
Si partirà il 28 settembre, alle ore 18.30, presso la Casa degli Artisti, con l’inaugurazione di “Il Verde Inaspettato”, una mostra fotografica di Massimo Ferrari realizzata in collaborazione con l’azienda cartotecnica Pigna: una lunga serie di scatti che raccontano un paesaggio verde rigoglioso e bellissimo, a volte sconosciuto e inaspettato, nei diversi quartieri della città. Giovedì 29, ore 9, all’Acquario Civico l’aria sarà protagonista del convegno internazionale “Migliorare la qualità dell’aria per una Milano sana ed inclusiva”: scenari e proposte di intervento dal Piano Aria e Clima e dai progetti europei ad esso connessi. A seguire, alle ore 14.30, spazio alla progettazione del verde quale strumento per mitigare gli effetti del cambiamento climatico con il convegno “La visione della città metropolitana di Milano come ecosistema resiliente”.
Martedì 4 ottobre ad aprire i propri spazi al Forum sarà la sede di Palazzo Reale che ospiterà, alle ore 9, il convegno internazionale “La città quale laboratorio per la neutralità climatica”: l’appuntamento metterà anche a confronto le esperienze e i progetti delle nove città, Milano, Roma, Torino, Bergamo, Bologna, Firenze, Padova, Parma e Prato, che hanno sottoscritto con il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile il protocollo che permetterà di avviare azioni sinergiche di ricerca e innovazione su mobilità, efficienza energetica e urbanistica e verde.
Negli stessi spazi, dalle ore 14 alle ore 15 la Direzione di Progetto Resilienza Urbana ospiterà il networking event “Making Cities Resilient” per promuovere la creazione di una rete nazionale di città resilienti, in collaborazione con l’Ufficio delle Nazioni Unite per la Riduzione del Rischio di Disastri (UNDRR) e l’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI).
Alle ore 15, poi, si indagherà lo stretto connubio tra salute e ambiente grazie all’incontro “Milano avvia i dialoghi del futuro verde nelle città” in cui si analizzeranno le soluzioni più efficaci per rendere le città verdi e salubri con l’aiuto di tutti.
Spazio anche al mondo della comunicazione e degli eventi che mercoledì 5 ottobre, alle ore 9.30, si ritroverà all’Acquario Civico per il workshop dedicato alla progettazione e realizzazione di eventi e manifestazioni “green” e sostenibili, con un focus particolare sul tema dei materiali monouso, della gestione delle eccedenze alimentari e della raccolta differenziata, e dell’utilizzo di energia elettrica derivata da fonti rinnovabili. Al Forum non mancherà una sezione dedicata ai filmaker e ai documentari: il 5, l’8 e il 9 ottobre, in collaborazione con la Cineteca, si proietteranno al Cinema Arlecchino sei documentari ambientati a Milano e non solo: Milano, i suoi giardini, i parchi, gli orti, i fiumi saranno raccontati da diversi punti di vista. Giovedì 6 al Museo di Storia Naturale, sarà il turno di due incontri dedicati al mondo animale e alla sua relazione con la città: alle ore 10 “Il rapporto tra uomo e cane in città: i cani impegnativi -Preoccupazioni e possibili azioni”; alle ore 14, “Nutrie, cornacchie, tartarughe, biodiversità: nuovi concittadini”: un viaggio alla scoperta della nuova biodiversità urbana.
Il 6 e il 7 ottobre si terrà a Milano per la prima volta la Commissione Ambiente, Cambiamenti Climatici ed Energia (ENVE) del Comitato Europeo delle Regioni (Organo Consultivo dell’EU). Il 6 ottobre sarà dedicato alla riunione plenaria della Commissione, mentre per la mattina del 7 ottobre è previsto un convegno a Palazzo Reale dal titolo “Green deal a livello locale: per un progetto di ripresa a prova di futuro”.
A fianco dei contenuti proposti nel Forum, dal 30 settembre al 2 ottobre, si svolgerà la “Milano Green Week” che, dopo gli anni della pandemia, tornerà a rappresentare il racconto, partecipato e dal basso, della città che vogliamo. Un ricco palinsesto che per l’edizione 2022 propone ai milanesi 270 eventi gratuiti da vivere in tutta la città tra aperture straordinarie, incontri, talk, mostre, presentazioni, visite guidate, escursioni, laboratori, giochi, alla scoperta del lato più verde di Milano. Un’altra occasione per comprendere a pieno l’importanza dell’ambiente, la salvaguardia delle risorse e la necessità di attuare stili di vita più sostenibili. Un fitto calendario reso possibile grazie alla straordinaria collaborazione di Associazioni, Comitati, Social Street, Università, Municipi, Biblioteche, Istituti di ricerca, Cooperative, Aziende, soggetti pubblici e privati attivi sul territorio che hanno collaborato con il Comune e messo in campo tutta la loro creatività.
Tante le iniziative in programma a partire da quelle realizzate da MM presso la suggestiva Centrale dell’acqua di Piazza Diocleziano. La mostra “Lessico e nuvole”, realizzata in collaborazione con l’Università di Torino, è dedicata al linguaggio, alla comunicazione e alla percezione della crisi climatica. L’incontro “Passaggi sull’acqua” sarà occasione per parlare di siccità, bombe d’acqua, sbalzi climatici e uso sostenibile delle risorse. Proposta anche un’escursione a piedi che dal Parco della Vettabbia arriva al Depuratore di Nosedo e che condurrà i partecipanti alla scoperta di un vero e proprio bird watching urbano guidati dal personale della LIPU.
L’aula magna del Museo di Storia Naturale ospiterà, nel primo pomeriggio del 30 settembre il convegno “Clever Cities, risparmiare con la natura”, in cui si presenterà il progetto europeo H2020 che sperimenta le infrastrutture verdi e le soluzioni naturalistiche innovative. Sempre nel pomeriggio del 30 settembre, alla Casa dei Diritti, a cura dell’associazione Thara Rothas, si parlerà di connessioni tra diritti ambientali ed equità sociale: “Green Humanity” metterà a confronto le tante esperienze milanesi e non solo.  Per chi invece vuol rimanere a contatto della natura, ERSAF Lombardia accompagnerà i cittadini in una passeggiata lungo il fiume Lambro, a scoprire i progetti in corso sull’unico fiume della città. Nel tardo pomeriggio, partendo da Cascina Nascosta, si potrà visitare il Parco Sempione alla scoperta degli alberi storici monumentali, accompagnati da letture scientifiche e letterarie sul tema.
In zona Porta Romana, la Cascina Cuccagna sarà il luogo d’incontro per imprese, istituzioni, associazioni e cittadini. Venerdì 30, alle ore 17 avverrà il lancio dell’“Alleanza per il Clima”, il patto di collaborazione tra le imprese e la città per raggiungere gli obiettivi di decarbonizzazione e miglioramento della qualità dell’aria. Sabato 1° ottobre alle ore 10 si terrà la presentazione de “Il Piano Aria e Clima della città” con il supporto del Comitato Tecnico Scientifico. A seguire, la presentazione dell’Assemblea dei Cittadini per il Clima, organismo di partecipazione civica strutturato per accompagnare l’implementazione del Piano Aria e Clima. Contemporaneamente verrà inaugurato “Lo sportello Aiuto Energia”, un nuovo servizio pilota del Comune di Milano per la consulenza sulla cultura del risparmio energetico e per il contrasto alla povertà energetica. Lo spazio dedicato rimarrà aperto alle visite durante tutta la giornata. Alle ore 16 un omaggio al ricordo di Antonio Cederna, scrittore e politico, faro dell’ambientalismo italiano e ispiratore per tanti amanti delle bellezze artistiche e naturali dell’Italia, con la presentazione dell’antologia dei suoi scritticurata da Andrea Costa e Sauro Turroni. Alle 17 con l’iniziativa “Green Books”, in collaborazione con la rete delle biblioteche milanesi, cittadini e lettori volontari condivideranno letture ad alta voce sul tema ambientale e di ispirazione per un futuro ecologico. Contemporaneamente, si potrà seguire “Resilienza Urbana: dialogo tra progetti europei sulle sfide del cambiamento climatico”, una Tavola rotonda e un dialogo interattivo con la cittadinanza sui Progetti Europei della Direzione Resilienza Urbana, per la strategia cittadina alla resilienza e lotta al cambiamento climatico a Milano. Seguirà, sempre a cura della Direzione Resilienza Urbana, la presentazione di “Climate Campaigners”, l’app che sfida a cambiare le piccole abitudini quotidiane. Durante tutta la giornata sarà disponibile un info point su tutte le attività di “Milano Cambia Aria”, iniziativa del Comune di Milano che promuove la partecipazione sui temi ambientali e della decarbonizzazione.
Spazio anche alla cultura del riciclo grazie ad AMSA che presenterà “Unwanted Furniture”, la mostra catalogo realizzata in collaborazione con OpenDot per sensibilizzare il pubblico al riutilizzo degli oggetti d’arredo estendendone così il ciclo di vita e favorendo nel contempo la riduzione di rifiuti in un modello di economia sempre più circolare. Negli stessi giorni sempre AMSA distribuirà gratuitamente ai cittadini compost biologico prodotto da A2A Ambiente, in cinque punti della città.
Anche San Vittore, la casa circondariale cittadina, riapre le sue porte alla Green Week consentendo ai milanesi di scoprire il “Giardino Condiviso” custodito al suo interno oltre a quello storico e affascinante del reparto femminile. Immancabile la partecipazione del Museo Botanico Aurelia Josz con visite guidate, attività ludiche per bambini, installazioni artistiche a cura degli studenti dell’Accademia di Brera, reading e incontri sul mondo vegetale e animale per un viaggio insolito alla scoperta della biodiversità urbana.
Molte anche le iniziative proposte dalle Associazioni di cittadini attive sul territorio come WAU, (We Are Urban) che lungo il camminamento esterno della Stazione Garibaldi, insieme allo street artist Vincenzo Magno, in arte VIM, realizzerà un murale ispirato al tema della mobilità sostenibile capace, grazie alle vernici utilizzate, di trasformare in sostanze inerti elementi nocivi presenti nell’aria come ossidi di azoto e ossidi di zolfo.
Presente anche il FAI che per l’occasione aprirà al pubblico “Un ambiente per l’Ambiente”, il nuovo spazio multimediale narrativo a Villa Necchi Campiglio, dedicato al racconto immersivo di Milano città d’acqua. Un modo per promuovere la cultura dell’ambiente e della sostenibilità e per scoprire la storia della città a partire da una risorsa fondamentale, l’acqua. Un’altra dimora storica cittadina, Villa Lonati, accoglierà, grazie al progetto “Comunemente Verde”, una mostra dedicata al percorso evolutivo delle piante; oltre a visite guidate alle serre del giardino per scoprire curiosità, utilizzi e falsi miti del mondo vegetale e altre iniziative per migliorare la conoscenza botanica e orticola.
ForestaMi proporrà, al Parco Nord, la mostra “Dentro le foreste”, un percorso interattivo tra le foreste del mondo per comprendere l’importanza e la necessità della loro tutela. Alla Triennale un incontro tra imprese, istituzioni e amministrazioni locali sui benefici della forestazione urbana. Per i bambini diverse proposte anche da MUBA, il museo dei bambini di Milano alla Rotonda della Besana e alla BAM all’Isola: workshop e attività, mostre e giochi per scoprire e imparare a conoscere e rispettare la natura.
Da non dimenticare le numerose iniziative proposte dai nove Municipi cittadini che si sono attivati insieme alle associazioni presenti sul territorio per offrire, nei tre giorni della Green Week, differenti occasioni di incontro e confronto volte alla valorizzazione del verde urbano e alla tutela ambientale. Lo stesso dicasi per le biblioteche comunali, che hanno risposto con entusiasmo, aprendo i propri spazi a grandi e piccini per giochi, letture, passeggiate guidate, audiovisivi e tanto altro ancora.