Mirko Dolzadelli è il nuovo segretario generale della Fim Lombardia

Milano – Mirko Dolzadelli è il nuovo segretario generale della Fim Lombardia, il sindacato dei metalmeccanici della Cisl. L’elezione è avvenuta questa mattina all’Auditorium del Pime, dove si è riunito il consiglio generale dell’organizzazione che in Lombardi conta circa 50mila iscritti. Dolzadelli sostituisce Andrea Donegà, chiamato a occuparsi di giovani e politiche migratorie in Cisl Lombardia. Con lui in segreteria è stato riconfermato Emanuele Fantini. “Dobbiamo essere consapevoli che questa delicata fase storica non ci chiede solo di essere custodi di valori fondativi e etici, quali la solidarietà, la responsabilità, l’uguaglianza e libertà. Questo tempo ci chiede di tradurli in nuove conquiste e tutele per le lavoratrici e i lavoratori metalmeccanici così come è stato fatto recentemente con il rinnovo del contratto nazionale – dichiara il neo-segretario generale della Fim Cisl Lombardia, Mirko Dolzadelli -. Perché contrattare è il nostro mestiere e mai come oggi la contrattazione rappresenta il miglior vaccino contro la crisi economica e sociale e come un vaccino la contrattazione soprattutto di secondo livello, si deve diffondere in tutti i territori e dentro tutti i luoghi di lavoro.” Classe 1974, Mirko Dolzadelli è nato e abita a Valchiavenna. Fin da adolescente partecipa in modo attivo in numerose realtà associative. Giovanissimo inizia a lavorare nella più importante azienda di Gordona, la Valle Spluga Spa, storica azienda alimentare. Iscritto alla Cisl dal 1991, inizia la sua attività sindacale nel 1995, eletto delegato sindacale e Rls della Valle Spluga. Nel maggio 2000 inizia ad operare a tempo pieno per la Filca Cisl di Lecco e a metà 2002 passa alla categoria dei metalmeccanici, nella quale ricopre (dal 2004 al 2012) il ruolo di segretario generale della Fim valtellinese e valchiavennasca. Agli inizi del 2012 viene eletto nella segreteria della Cisl di Sondrio e nel novembre 2012 ne diventa segretario generale. Confermato nel congresso del 2013, lascia poi il suo incarico a febbraio 2017, quando viene eletto componente della segreteria della Cisl della Lombardia. Nel 2016 è stato nominato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, componente del Consiglio generale degli Italiani all’Estero, in quanto designato da Cgil Cisl e Uil in qualità di rappresentate dei lavoratori frontalieri, di cui è responsabile nazionale confederale.