Fontana: “Iss in difficoltà per le proprie mancanze sposta il tiro”

Fontana: “Iss in difficoltà per le proprie mancanze sposta il tiro”

Milano – Non si attenua l’intensità dello scontro tra Iss e Regione Lombardia sugli errori nel conteggio dei contagi da Covid che ha portato la Lombardia a “scontare” almeno una settimana non dovuta in zona rossa. E’ di oggi una nuova nota dell’istituto superiore di sanità che infiamma di nuovo la polemica. Spiega l’Iss di avere inviato da maggio “54 segnalazioni di errori, incompletezze e/o incongruenze alla Regione Lombardia, l’ultima il 7 gennaio scorso”.  Non si è fatta attendere la replica del governatore lombardo Attilio Fontana: “In difficoltà per proprie mancanze, l’Istituto Superiore di Sanità continua a spostare il tiro da quello che è il vero tema, ovvero il mal funzionamento dell’algoritmo per il calcolo dell’Rt”.  “Uscite a orologeria – prosegue Fontana – con un solo obiettivo: colpire la Lombardia. Non solo dal Governo, ma ora anche da quello che dovrebbe essere un organo terzo come l’Istituto Superiore di Sanità e che invece veste sempre più i panni di una parte politica”.  “Aspettiamo fiduciosi il giudizio del Tar del Lazio – conclude Fontana – per dimostrare che abbiamo ragione noi”.