Innovation Challenge: Camera di Commercio mette a disposizione tre Special Grant da 30mila euro

Innovation Challenge: Camera di Commercio mette a disposizione tre Special Grant da 30mila euro

Milano – La Camera di commercio ha messo a disposizione tre Special Grant di 30.000 euro ciascuno, con l’obiettivo di premiare soluzioni tecnologiche e idee di business innovative nei settori manufacturing, dei  servizi e della sostenibilità, in grado di rilanciare il sistema economico del nostro territorio, a seguito della crisi determinata dalla pandemia Covid-19. I progetti premiati da Camera di commercio. Sergio Rossi, Vice Segretario generale della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, dichiara: ·       Liquity: abbiamo colto la sfida del team di progetto, che intende offrire alle piattaforme di crowdfunding un pacchetto completo per digitalizzare l’equity e trasformarlo in diritti su azioni che possono essere negoziate direttamente in modo semplice. La Piattaforma basata su tecnologia Blockchain ha l’ambizione di scambiare criptovalute con quote societarie di startup, anche su mercato secondario. Il mercato delle criptovalute va assolutamente regolamentato. Crediamo che anche grazie a questo progetto, sarà possibile  dare un contributo in tal senso. ·       Welfin: abbiamo voluto premiare l’idea della piattaforma, che rivoluziona il credito tra dipendenti, permettendo a una o a più comunità aziendali di ottenere il massimo dalla condivisione delle proprie risorse. Ci è piaciuta l’idea di mettere a disposizione delle imprese un nuovo strumento innovativo di welfare, ma anche sostenibile, capace di creare un beneficio economico per i tutti i soggetti coinvolti. ·       Neurav: consideriamo la soluzione tecnologica di particolare interesse, per la possibilità di essere replicabile in più ambiti. Il software di reti neurali nato come un prodotto da installare su droni (e non solo) in ambito ricerca e soccorso ha l’obiettivo di espandersi in altri settori di mercato.  Riteniamo che la soluzione proposta sia di particolare importanza per le ricadute che potrebbe avere sui servizi di pubblica utilità e sulla sicurezza del territorio. L’Accordo di collaborazione tra Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi e Politecnico di Milano “Un’alleanza per le Startup del territorio” è stato siglato di recente con l’obiettivo di svolgere e fornire -ciascuno secondo le proprie competenze- attività complementari e sinergiche, che si concretizzi in progetti di innovazione e di supporto alle startup.  L’Accordo ha, in particolare, un duplice obiettivo: stimolare l’innovazione presente in progetti e idee d’impresa nella fase di preseed, supportandone lo sviluppo, mediante percorsi di validazione tecnologica e accelerazione imprenditoriale;   sostenere le startup nella fase di creazione e nelle fasi successive alla crescita iniziale. In questo contesto è nata l’adesione della Camera di commercio all’Edizione 2020 del Programma Switch2Product–Innovation Challenge (S2P) nato dalla collaborazione tra Politecnico di Milano, Deloitte e PoliHub, Innovation Park & Startup Accelerator del Politecnico di Milano, con l’obiettivo di rafforzare la valorizzazione delle tecnologie nate dalla ricerca, sviluppare nuova imprenditorialità e promuovere soluzioni innovative di business. La Camera di commercio riconosce, in particolare, al Programma S2P  la capacità di supportare lo sviluppo di progetti e soluzioni tecnologiche e la nascita di startup innovative, grazie al percorso di accelerazione  altamente qualificato e caratterizzato da un elevato grado di concretezza e grazie al supporto del Technology Transfer Office (TTO) del Politecnico. L’innovazione e la resilienza sono due fattori fondamentali per rilanciare il sistema economico e superare in tempi rapidi la crisi determinata dalla pandemia Covid-19. In questo contesto particolarmente difficile, le startup hanno dimostrato fiducia e ottimismo verso il futuro, oltre a una forte capacità di resistere e di trasformarsi. Il rilancio non può prescindere dal supporto all’innovazione di cui le startup sono portatrici in considerazione sia della capacità di dare risposte innovative e tempestive, sia per l’impiego e lo sviluppo di tecnologie innovative e per la possibilità di sperimentare e, non ultima, per la capacità di agire con ampia flessibilità.