Dl ristori: Confindustria Moda soddisfatta da ok emendamenti

Milano –  Confindustria Moda e’ soddisfatta che gli emendamenti proposti al Governo sul Decreto Ristori riguardanti l’inclusione delle attivita’ di Commercio al dettaglio di Calzature e Accessori fra le attivita’ destinatarie di contributi a fondo perduto, siano stati accolti e inseriti nel testo di legge. Lo afferma in un comunicato, nel quale spiega che “la decisione di Confindustria Moda di farsi carico della richiesta di supportare il cosiddetto ‘ultimo miglio’ della filiera, nasce dal fatto che il tessuto economico di Fashion Made in Italy e’ prevalentemente composto da piccole e medie imprese fortemente interconnesse, che verrebbero fortemente danneggiate nel momento in cui venissero a mancare i rivenditori finali per cui il sistema produce”. “Con questi emendamenti – commenta Cirillo Marcolin, Presidente di Confindustria Moda – abbiamo portato valore concreto e tangibile a tutta la nostra filiera. Il lavoro costante svolto in questi anni e intensificato in questi mesi ci ha permesso di essere riconosciuti dal Governo come un interlocutore di primaria importanza per l’economia italiana e altamente strategico per la ripartenza del Sistema Paese. Continueremo a lavorare per crescere piu’ forti di prima e non perdere il terreno guadagnato con fatica sui mercati internazionali”, conclude Marcolin.