Mercatone Uno: sindacati, cessata attività, 1.300 in Cigs

Roma – Dichiarata la cessazione di attivita’ per Mercatone Uno: 1.333 lavoratori saranno in Cigs per 12 mesi. Lo riferisce la Fisascat, facendo riferimento al verbale di accordo redatto al termine del tavolo convocato dal ministero del Lavoro, in modalita’ videoconferenza, con i rappresentati del dicastero e del ministero dello Sviluppo economico, i tre Commissari straordinari, i rappresentanti delle Regioni coinvolte e i sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs. Il Tribunale di Bologna – si legge in una nota – ritenendo “non sussistenti i presupposti per la prosecuzione dell’esercizio di impresa” ha dichiarato “la cessazione dell’attivita’ di impresa in capo all’Amministrazione Straordinaria di M. Business” con decorrenza dal 24 novembre. I 1.333 lavoratori dello storico marchio in forza all’amministrazione straordinaria, sempre a far data dal 24 novembre, accederanno al percorso di Cigs per cessazione di attivita’ per 12 mesi, indicata dal cosiddetto Decreto Genova. Nel corso della Cigs, precisa il verbale di accordo, potranno concretizzarsi ulteriori cessioni degli immobili di proprieta’ della Procedura di amministrazione straordinaria con obbligo di assunzione del personale come potranno essere attuati progetti di autoimprenditorialita’.