Cresce la raccolta differenziata urbana di carta, +3,2% in due anni

Cresce la raccolta differenziata urbana di carta, +3,2% in due anni

Milano – Carta e cartone sono tra i materiali più riciclati e vengono subito dopo rifiuti organici e vetro. Con circa 233 mila tonnellate provenienti dalla raccolta differenziata urbana  Milano, Monza Brianza e Lodi segnano una crescita pari al +3,2% rispetto ai due anni  precedenti. Crescono soprattutto Monza Brianza, +11,7% dal 2017 e Lodi +7,8%. A Milano si raccolgono oltre 178 mila tonnellate di carta (17% del totale raccolto) di cui  82 mila a Milano città, a Monza Brianza 43.700 (15%) e a Lodi 10.702 (14%), mentre la  produzione totale delle imprese arriva complessivamente a quasi 327 mila tonnellate  (259 mila tonnellate a Milano, 47 mila a Monza Brianza e 20 mila a Lodi). Emerge da  un’elaborazione della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi su dati  MUD (Modello Unico Ambientale) relativi alle dichiarazioni presentate nel 2019. In generale, l’Italia è all’avanguardia in Europa per riciclo di imballaggi cellulosici: il  tasso di riciclo nel 2019 si attesta infatti all’81%, una percentuale già superiore  all’obiettivo europeo stabilito per il 2025 (75%) e già vicino al target dell’85% fissato  per il 2030. Nella raccolta differenziata nazionale di carta e cartone su 3,5 milioni di  tonnellate, 1,8 milioni di tonnellate sono raccolte al Nord (+0,6%) e di queste poco meno  di 568 mila in Lombardia (dati Rapporto annuale Comieco 2020). Nella città  metropolitana primi per quantità: Milano con 82 mila tonnellate (19% del totale dei rifiuti raccolti con la differenziata), Sesto San Giovanni con 4 mila tonnellate (19%),  Legnano e Cinisello Balsamo con oltre 3 mila tonnellate (18% circa): Per incidenza sul  totale raccolto: Cusago con il 24,8%, San Colombano al Lambro con il 22,6%, Basiglio  e Segrate con il 22% circa. A Monza Brianza: prima per quantità Monza con quasi 7 mila tonnellate (19%), seguita  da Lissone e Seregno con oltre 2 mila tonnellate (15%). Per peso su totale dei rifiuti  raccolti si distinguono Sulbiate con il 23%, Carate Brianza con il 19,9%, Monza e  Concorezzo con il 19%. In provincia di Lodi primi per quantità i comuni di Lodi con circa 2.600 tonnellate  (17,8%), Codogno con 1.319 tonnellate (23,9%) e Casalpusterlengo con 709 tonnellate  (13,5%). Per incidenza sul totale spiccano Maccastorna con il 26,7%, Codogno con il  23,9% e Senna Lodigiana con il 22,3%.