Mind tour time: creare impresa

Mind tour time: creare impresa

Milano – Il progetto “Mind your time”, la app per educare all’utilizzo corretto della tecnologia, ha vinto la settima edizione di Dr. Start-upper, il percorso di Università Cattolica e Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi per la creazione di nuove imprese. Al vincitore un corso a scelta tra quelli proposti da Formaper – Camera di commercio. Il secondo progetto classificato, Wiso, vince incontri di coaching con Sellalab per lo sviluppo dell’idea di business, e il terzo, Mia, sarà sostenuto con iniziative di visibilità.  L’iniziativa, nata nel 2013 dall’Università Cattolica in collaborazione con la Camera di commercio, scommette sulla creatività dei partecipanti nel dare vita a start up innovative e nell’inventare nuove forme di lavoro e professionalità. Il corso gratuito che si è appena concluso ha visto la selezione e partecipazione di 25 progetti e la partecipazione di 40 studenti di laurea magistrale e master dell’Università Cattolica. La Camera di Commercio mette a disposizione del vincitore la frequenza gratuita per una persona a uno dei corsi a catalogo Formaper e Sellalab offrirà incontri di coaching per lo sviluppo dell’idea di business selezionata. Il territorio milanese conferma un’alta concentrazione delle start up rispetto a quella nazionale. Il 19,6% delle start up italiane, 2.254, hanno infatti sede a Milano e provincia (dati report 2° trimestre di MISE, Unioncamere e InfoCamere). Link alla ricerca. Dr. Start-upper offre gli strumenti essenziali, la conoscenza dei quadri normativi e le skills manageriali per lo sviluppo di idee che portino alla creazione di una start-up; potenzia le competenze imprenditoriali; crea un network di contatti personali e istituzionali utile per i futuri imprenditori. Obiettivo ultimo è la creazione di nuovi posti di lavoro altamente qualificati e la diffusione di una cultura dell’innovazione, che nasca dalla contaminazione tra il mondo accademico e quello imprenditoriale. L’intuizione può diventare un’impresa, le idee un business plan, le attitudini personali competenze imprenditoriali. Durante il training, della durata di circa sei mesi, si sono alternati momenti di lavoro in gruppo e sessioni di formazione a distanza tramite video lezioni, incontri con giovani start-upper di successo, e presentazioni dei propri lavori a venture capitalist e business angel. A causa della situazione di emergenza sanitaria da Coronavirus quest’anno il corso è stato erogato in modalità sincrona a distanza. Le lezioni dall’inizio di maggio all’inizio di luglio sono state trasmesse in streaming permettendo l’interazione tra relatori e partecipanti e le registrazioni sono state poi rese fruibili come materiale didattico. Inoltre sono stati offerti momenti di coaching individuali dove i docenti si sono messi a disposizione per discutere i progetti. Nell’anno accademico 2019/20 i corsi di dottorato attivati nelle sedi padane dell’Ateneo sono stati 14 e i dottorandi sono stati 312. A Palazzo Giureconsulti in via Mercanti 2 a Milano ieri era presente la giuria che ha valutato i progetti. Il pomeriggio si è aperto con i saluti di Sergio Enrico Rossi (dirigente Area programmazione strategica e progetti per il territorio di Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi) e Roberto Brambilla (responsabile Formazione postlaurea & Research Partnership dell’Università Cattolica). Ha presentato e moderato l’incontro Andrea Mezzadri, curatore dell’iniziativa per l’Università Cattolica. La pitching session con la presentazione delle sette idee imprenditoriali finaliste è avvenuta tramite collegamento in streaming e la premiazione finale da Palazzo Giureconsulti.