Il Trivulzio torna alla normalità: l’Hospice riapre con 9 posti letto

Il Trivulzio torna alla normalità: l’Hospice riapre con 9 posti letto

Milano – Oggi l’Azienda di Servizi alla persona IMMeS e Pio Albergo Trivulzio (PAT) ha riaperto la propria unità operativa di cure palliative. Sono passati sei mesi da quando le misure di sicurezza imposte dalla situazione pandemica nazionale avevano impedito la continuità di un servizio basato essenzialmente sulla possibilità dei famigliari di assistere fisicamente i propri cari nell’ultimo tratto della propria esistenza. I pazienti ricoverati in Hospice non solo ricevono le migliori cure palliative quando non è possibile farlo a domicilio, ma vengono anche accolti in un ambiente famigliare che permette ai famigliari di offrire al malato tutti i benefici psicologici e terapeutici che derivano dalla vicinanza dei propri cari. Ora tutto questo sarà di nuovo possibile grazie alle procedure di sicurezza messe in atto da Pat: il tampone preventivo per tutti i famigliari prima di accedere alla struttura, l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale per i visitatori, nonché percorsi e orari dedicati di accesso ed uscita. “Le cure palliative, dando senso e dignità alla vita del malato fino alla fine, sono un diritto fondamentale del paziente – ha sottolineato il dottor Pierluigi Rossi, Direttore del Dipartimento Sociosanitario dell’IMMeS e Pat –. Al Pio Albergo Trivulzio le abbiamo riaperte nel più breve tempo possibile: i primi 9 posti letto saranno offerti in via prioritaria ai pazienti già ricoverati nella struttura fino alla riapertura graduale del reparto, che può ospitare complessivamente 13 pazienti”.