Milano: appalto calore, il Comune ricorre in Consiglio di Stato

Milano – Il Comune di Milano ha deciso di ricorrere al Consiglio di Stato contro l’ordinanza del Tar Lombardia che il 25 giugno scorso ha deciso di sospendere l’affidamento del cosiddetto ‘appalto calore’ a Engie S.p.a., accogliendo l’istanza cautelare di Siram S.p.a., nuova aggiudicataria del servizio. Va precisato che la società Engie è stata gestore degli impianti termici degli immobili comunali fino ad aprile 2020 e la proroga temporanea, limitata ad un solo anno (quindi fino ad aprile 2021), è stata decisa dall’Amministrazione nell’interesse della prosecuzione di un servizio delicato ed essenziale come quello che riguarda la fornitura del calore nelle scuole, negli uffici, nelle case popolari, nelle strutture sociali, culturali etc. La nuova convenzione Consip SIE3, che sancisce il passaggio al nuovo gestore, è stata infatti ‘congelata’ da un annoso ricorso che ne ha impedito l’aggiudica definitiva in tempi congrui e sostituire il gestore a ridosso o nel corso della stagione termica potrebbe risultare problematico, oltre che rischioso per la prosecuzione della fornitura.