Coronavirus, Fontana: “Necessità spasmodica di mascherine”

Coronavirus, Fontana: “Necessità spasmodica di mascherine”

Milano – L’incremento dei contagi registrati ieri in Lombardia dovrebbe essere addebitato al fatto che “sono aumentati i tamponi”, un incremento “dovuto soprattutto al fatto che nei giorni precedenti ne erano stati elaborati meno e si sono sommati a quelli di ieri”. Lo ha detto a MattinoCinque il presidente della regione Lombardia, Attilio Fontana, per il quale pertanto, nonostante il dato di ieri, con l’andamento dei contagi “siamo in linea e conferma la stabilizzazione” degli ultimi giorni, senza dimenticare che “gli esperti dicono che si deve fare la valutazione su un trend di 5 giorni”. Inoltre, ha sottolineato Fontana, “parlando con uno statistico mi faceva notare come, all’interno di una stabilizzazione, puo’ comunque capitare che in un giorno ci sia un picco che conferma in ogni caso la stabilizzazione”. “Noi abbiamo una necessita’ spasmodica di mascherine; e’ la cosa di cui, giustamente, piu’ si lamentano tutti”, a partire “anche dalla nostra medicina generale”, e di questo i medici di base “hanno ragione”. Lo ha detto a MatttinoCinque, il presidente della regione Lombardia, Attilio Fontana, che ha assicurato che “stiamo cercando di recuperare mascherine, oltre anche a camici”, “superando anche in questo caso la burocrazia”. La difficolta’ nel recuperarle, e’ dovuta anche al fatto, ha concluso, che nel proporre questo materiale, “su cento persone che si offrono, ce ne sono 95 che sono persone poco perbene che vorrebbero truffarci”.