GdF, lavoro nero: smantellata organizzazione che sfruttava 250 lavoratori

GdF, lavoro nero: smantellata organizzazione che sfruttava 250 lavoratori

Brescia – La Guardia di Finanza di Brescia ha smantellato una rete di 250 lavoratori in nero circa, tutti impiegati nel settore della ristorazione e organizzazione eventi. L’attività ha coinvolto non solo le Fiamme Gialle Bresciane, ma anche l’Ispettorato Territoriale del Lavoro, l’I.N.P.S. e l’I.N.A.I.L. di Brescia, che hanno colto sul fatto un’associazione di promozione sociale dedita all’impiego di lavoratori non regolarmente assunti dalla stessa associazione. L’operazione, denominata Master Black, è stata condotta dai militari della Tenenza di Salò e ha consentito di smantellare una fitta rete, tessuta abilmente dai referenti dell’associazione, in grado di mobilitare e fare lavorare, in tempi strettissimi, all’incirca 250 lavoratori completamente in nero in favore delle imprese utilizzatrici operanti nel settore della ristorazione e dei servizi per l’organizzazione di eventi/catering nelle provincie di Brescia, Bergamo, Milano, Cremona, Pavia, Verona, Vicenza e Bolzano.