Flash mob contro minaccia chiusura ospedali San Carlo e San Paolo

Flash mob contro minaccia chiusura ospedali San Carlo e San Paolo

Milano – “No alla chiusura degli Ospedali San Carlo e San Paolo”. E’ l’appello di Medicina Democratica e del “Comitato Difesa Sanità Pubblica Milano Città Metropolitana-Sud Ovest”, che hanno organizzato un flash mob in Piazza Duomo a Milano per sabato 18 gennaio alle 15. ”Il pericolo reale per un bacino di 800.000 abitanti è di restare senza una adeguata ed efficiente assistenza sanitaria ospedaliera pubblica – hanno dichiarato Fulvio Aurora di Medicina Democratica e Roberto Acerboni del Comitato Difesa Sanità Pubblica Milano Città Metropolitana-Sud Ovest – un pericolo reale, contro cui ci siamo mobilitati, fin da subito, con innumerevoli iniziative e con la raccolta, ad oggi, di oltre 7.000 firme”. L’allarme lanciato dalle due organizzazioni riguarda la la delibera X/7060 dell’11/09/2017, con cui la Regione Lombardia ha approvato un protocollo d’intesa tra Regione, Ministero della Salute, Comune di Milano, Asst Santi Paolo e Carlo, Ata della Città Metropolitana e Università di Milano per la realizzazione di una nuova struttura ospedaliera pubblica nel bacino di utenza dell’Asst Santi Paolo e Carlo. “Nulla da dire sulla esigenza di costruire nuovi presidi ospedalieri – sottolineano Aurora e Acerboni – ma in questo caso si prevede la contemporanea chiusura dei due ospedali presenti, il San Carlo, inaugurato nel 1967 e il San Paolo nel 1978. Il numero dei posti letto del nuovo ospedale, circa 760, sarebbe inferiore di un terzo rispetto ai 1250 ora in dotazione. Intanto sono stati ridotti i finanziamenti per le manutenzioni del San Paolo e San Carlo da 90 a 30 milioni, con rischio grave per la salute e la sicurezza dei pazienti”.