Innovazione, oltre 2mila start up a Milano, Monza e Brianza, Lodi

Innovazione, oltre 2mila start up a Milano, Monza e Brianza, Lodi (1)

Milano – Crescono le Start-Up innovative iscritte all’apposita sezione speciale del Registro Imprese della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi. Alla data del 7 ottobre 2019 risultano iscritte complessivamente 2.091 imprese per i territorio di Milano, Monza e Lodi, in crescita del 14% rispetto al mese di febbraio 2019. Nella sola Milano le imprese innovative di nuova costituzione sono 1.966, in aumento del 21%. A Monza le Start-Up innovative raggiungono quota 99 (+23%) e a Lodi sono 26 (stabili). Emerge da una elaborazione della Camera di Commercio di Milano Monza Brianza e Lodi su dati Registro Imprese aggiornati ad ottobre 2019. Ha dichiarato Massimo Dal Checco,  consigliere della Camera di commercio e amministratore unico di Innovhub Stazioni Sperimentali per l’Industria – “Come partner europeo nella rete EEN, Enterprise Europe Network, puntiamo promuovere ricerca e innovazione con questo incontro dedicato ai settori ambientali. Un rapporto in crescita quello tra territorio  e tecnologia, come si vede dalle startup innovative, che crescono rapidamente. Ci affianchiamo alle imprese con un supporto diretto e personalizzato, per far crescere ricerca e innovazione, alla base della competitività in Italia e all’estero. Positiva la partecipazione dei giovani a  questi settori e la connessione tra università e ricerca, che puntiamo a  rafforzare”. In particolare, è il settore del software e della consulenza informatica a catalizzare l’interesse degli startupper, con 849 imprese (41% delle Start-Up innovative). A seguire le imprese innovative nell’ambito delle attività dei servizi d’informazione e altri servizi informatici con 302 aziende (14%) e il settore della ricerca scientifica con 214 imprese (10%). Per quanto concerne la tipologia, le Start Up innovative femminili sono nel complesso 222 pari al 10% del totale, quelle giovanili 370 (17%) e quelle straniere 89 (4%).

Innovazione, oltre 2mila start up a Milano, Monza e Brianza, Lodi (2)

Milano – L’iscrizione nell’apposita sezione del Registro delle Imprese – attiva dal 2013 – prevede una serie di agevolazioni e vantaggi rispetto all’inquadramento contrattuale e alla remunerazione dei lavoratori, all’esonero da alcune forme di tassazione, a incentivi fiscali e possibilità di utilizzare l’equity crowdfunding. Le startup innovative sono società di capitale con precise caratteristiche: non devono essere nate da fusioni, scissioni o cessioni, devono essere costituite da meno di 60 mesi e avere un fatturato non oltre i 5 milioni di euro; non possono distribuire utili, l’oggetto sociale deve riguardare lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico. Inoltre, devono rispettare almeno uno dei seguenti requisiti: le spese in ricerca e sviluppo devono essere superiori al 15 per cento del maggior valore tra costi e valore totale della produzione; devono impiegare, come dipendenti o collaboratori (in misura pari ad almeno un terzo della forza lavoro), personale in possesso del dottorato di ricerca o che abbia svolto almeno tre anni di attività di ricerca, o, in alternativa è necessario che almeno i due terzi del personale sia in possesso della laurea magistrale; l’impresa deve essere titolare, depositaria o licenziataria di almeno un brevetto. L’iscrizione nell’apposita sezione del Registro delle Imprese – attiva dal 2013 – prevede una serie di agevolazioni e vantaggi rispetto all’inquadramento contrattuale e alla remunerazione dei lavoratori, all’esonero da alcune forme di tassazione, a incentivi fiscali e possibilità di utilizzare l’equity crowdfunding. Innovhub Stazioni Sperimentali per l’Industria partner di Enterprise Europe Network è l’Azienda partecipata dalla Camera di commercio di Milano Monza Brianza e Lodi che svolge attività di ricerca applicata, consulenza tecnico-scientifica e testing industriale e promuove sul territorio e fornisce servizi nell’ambito della progettazione europea e dei finanziamenti all’innovazione, con una attenzione particolare alle PMI. Si avvale di 14 laboratori scientifici e circa 100 esperti. Innovhub SSI partecipa direttamente a numerosi progetti di R&D (impieghi avanzati di biomasse, utilizzo di materie prime alternative per la produzione di energia, imballaggi, biomateriali per applicazioni mediche, tecnologie per combustibili, etc.). L’Azienda si articola in quattro aree tecniche dotate di attrezzature moderne e laboratori altamente specializzati: carta, cartoni e paste per carta, combustibili, oli e grassi, seta.