Tavolo Como: Fontana, risorse per formazione, collaborazione col Ticino

Como – Paratie, rete infrastrutturale, potenziamento dei servizi su ferro, ma anche investimenti per valorizzare la gia’ alta reputazione turistica di Como migliorandone l’attrattivita’, i rapporti con il Canton Ticino, il pieno appoggio all’impegno di Regione Lombardia che ha siglato nei giorni scorsi il protocollo sull’economia sostenibile. Questi i temi discussi durante i lavori del Tavolo Territoriale di Como, ospitati presso l’Ufficio Territoriale Regionale Insubria e ai quali hanno partecipato il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, gli assessori regionali Davide Caparini (Bilancio, Finanza e Semplificazione), Massimo Sertori (Enti locali, Montagna e piccoli Comuni) e il Sottosegretario alla Presidenza della Regione Lombardia con delega ai rapporti con il Consiglio Regionale Fabrizio Turba. All’incontro, moderato come nel caso degli altri tavoli territoriali provinciali dal Vicesegretario vicario di Regione Lombardia Pier Attilio Superti, sono intervenuti anche il presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi, i consiglieri regionali Raffaele Erba e Angelo Clemente Orsenigo, sindaci e esponenti delle associazioni di categoria. Nel corso del suo intervento il presidente Fontana ha ricordato le azioni svolte dalla giunta regionale a favore del territorio comasco e, fra queste, quelle per la Semplificazione burocratico amministrativa (inserita nel programma strategico per la semplificazione e la trasformazione digitale), i 6,2 milioni per la ricerca e l’innovazione, il sostegno alle imprese e al commercio (Faber, Ies, STOREVOLUTION, Asset), l’attrattivita’ turistica (percorsi cicloturistici, Viaggio#inLombardia), la recente partecipazione al World Manufacturing Forum (25 -27 settembre) a Cernobbio. “Crediamo molto nella possibilita’ di gestire direttamente la formazione – ha detto il presidente Fontana – ecco perche’ e’ uno dei motivi su cui insistiamo con l’autonomia. I nostri imprenditori si lamentano del fatto che spesso non riescano a trovare dipendenti con una preparazione adeguata per le loro esigenze. In Lombardia abbiamo tanti esempi virtuosi e scuole di formazione che consentono ai nostri ragazzi di avere un posto di lavoro: la formazione professionale puo’ diventare importante elemento di qualificazione in prospettiva di uno sbocco occupazionale”. Il presidente Fontana ha voluto inoltre ricordare che, tra le iniziative in corso, particolare risalto rivestono i 7,6 milioni per 19 progetti di cooperazione tra Italia e Svizzera, 6,4 milioni la riqualificazione e nuovi impianti sportivi a Como 3,1 milioni per lo sviluppo delle Valli Prealpine (Fondo Valli Prealpine) per contrastare l’isolamento e l’abbandono dei territori montani e favorirne la ripresa socioeconomica e lo sviluppo sostenibile Per quanto concerne i rapporti con la Svizzera, il presidente ha sottolineato che “Da un anno e mezzo la collaborazione con il Canton Ticino e’ diventata molto stretta e positiva, elemento che ci ha permesso di affrontare anche problemi non di nostra diretta competenza, come quello dei frontalieri. Una cornice di propositivita’ che ha migliorato anche i rapporti tra i due Paesi, Italia e Svizzera”. Riguardo al tema delle paratie e delle infrastrutture, illustrati dall’assessore Sertori e dal sottosegretario Turba, il presidente Fontana e l’assessore Caparini hanno confermato la massima attenzione da parte della giunta regionale. Per quanto concerne le indicazioni emerse dalla riunione, il presidente Fontana ha concluso evidenziando “Non promettiamo di fare tutto cio’ che ci avete chiesto, ma lo terremo in altissima considerazione”.