Innovazione, Lombardia approva schemi accordo con MISE, De Agostini e Patheon

Milano – La Giunta di Regione Lombardia ha approvato, su proposta dell’assessore allo Sviluppo economico Alessandro Mattinzoli, gli schemi d’accordo per l’innovazione tra il Ministero dello Sviluppo economico, Regione Lombardia e le societa’ De Agostini Publishing Italia spa e Patheon Italia spa. La societa’ De Agostini Publishing Italia S.P.A. ha presentato, al Mise, una proposta progettuale denominata ‘Struttura tecnologica innovativa di Data Warehouse per PNL prodotti e sales forecasting, integrata con Accounting Stock Management e le molteplici Digital Platforms’, da realizzare presso la sede di Milano. Il progetto prevede lo studio, lo sviluppo, la progettazione e l’implementazione di una struttura tecnologica innovativa di Big Data Warehouse, che ha l’obiettivo di integrare tecnologie basate su Big Data e Machine Learning al fine di produrre un modello previsionale innovativo. La PNL consiste in una serie di tecniche comportamentali e di modelli linguistici che si propone di aiutare le persone a migliorare i processi decisionali, la creativita’, l’apprendimento e la motivazione. Il costo previsto per la realizzazione del progetto di ricerca e sviluppo ammonta a 6.375.000 euro, con un contributo complessivo, a carico del Ministero e di Regione Lombardia, pari a 1.593.750 euro. La quota a carico di Regione Lombardia e’ pari a 191.250 euro. La societa’ ‘Patheon’ Italia spa ha presentato, al Mise, una proposta progettuale denominata ‘Studio, sviluppo, progettazione e implementazione di una piattaforma-laboratorio prototipale altamente innovativa di sviluppo della formulazione e del processo produttivo per prodotti sterili iniettabili liquidi e liofilizzati ad altissimo contenuto tecnologico destinato ai farmaci in fase di sperimentazione clinica’, da realizzare presso la sede di Monza. Il progetto prevede la realizzazione di una piattaforma laboratorio di produzione di liofilizzati sterili di nuova generazione totalmente integrata. Il costo previsto per la realizzazione del progetto di ricerca e sviluppo ammonta a 15.973.750 euro, con un contributo complessivo, a carico del Ministero e di Regione Lombardia, pari a 4.153.175 euro. La quota a carico di Regione Lombardia e’ pari a 479.212,50 euro. “L’obiettivo di questi accordi – ha detto l’assessore Mattinzoli – e’ di sostenere interventi di rilevante impatto tecnologico in grado di incidere sulla capacita’ competitiva delle imprese. Aumentare la competitivita’ significa diventare attrattivi, da un lato, e salvaguardare i livelli occupazionali, dall’altro”. “L’innovazione e’ la chiave di volta” ha concluso l’assessore lombardo.