Capone (Ugl) su morti sul lavoro: occorre più formazione su sicurezza

Roma – Paolo Capone, Segretario Generale dell’Ugl, commenta in una nota le morti sul lavoro avvenute nelle ultime 24 ore in Lombardia e gli infortuni che hanno causato oltre ai due morti, anche tre feriti. ”L’Ugl esprime il suo cordoglio alle famiglie delle vittime che hanno perso la vita sul posto di lavoro in Lombardia” – dichiara Capone -”Non si può continuare a morire con questa frequenza, occorre promuovere una maggiore cultura della sicurezza nei luoghi di lavoro e una formazione degli operai più adeguata, soprattutto in quei luoghi dove il rischio di infortuni è maggiore. L’Ugl è in tour con ‘Lavorare per vivere’ per sensibilizzare l’opinione pubblica sul triste fenomeno e per dire basta a queste stragi. Proprio ieri eravamo a Lettomanoppello (Pe) con 262 sagome per ricordare i morti sul lavoro di Marcinelle.”