A2A, successo per la prima emissione di green bond: ordini per 3,2 mld

A2A, successo per la prima emissione di green bond: ordini per 3,2 mld

Milano – A2A (Moody’s Baa2/stable – Standard & Poor’s BBB/stable) ha oggi collocato con successo il primo green bond nell’ambito del Green Financing Framework recentemente pubblicato da A2A, destinato esclusivamente a investitori istituzionali a valere sul Programma Euro Medium Term Notes. L’emissione, 400 milioni di euro con durata 10 anni, eseguita dopo il roadshow a Milano, Londra, Amsterdam, Parigi, Monaco e Francoforte, ha suscitato grande interesse da parte degli investitori di tutta Europa, ricevendo ordini per 3,2 miliardi di euro, oltre 8 volte l’ammontare offerto. L’ampia domanda ha consentito la riduzione dello spread, rispetto ai valori di lancio del bond, a livelli record in Italia (-35 bps). Il green bond ha una cedola annua pari a 1%, è stato collocato ad un prezzo di emissione di 98,693%, con uno spread di 105 punti base rispetto al tasso di riferimento mid swap. I proventi netti derivanti dall’emissione andranno a finanziare e/o rifinanziare progetti di sostenibilità ambientale relativi all’economia circolare, alla decarbonizzazione e alla smartness nelle reti e nei servizi: investimenti nel trattamento dell’acqua e dei rifiuti, nello sviluppo dell’energia rinnovabile, nell’efficienza energetica, nel trasporto sostenibile e nell’ammodernamento delle reti. “Siamo davvero molto soddisfatti del risultato dell’ operazione che conferma, anche nella prospettiva dei mercati finanziari, la credibilità del nostro Piano Industriale e, in particolar modo, la sua capacità di rispondere alle sfide future in modo sempre più Green –ha dichiarato Valerio Camerano, Amministratore Delegato del Gruppo A2A- L’anno scorso abbiamo sottoscritto la prima linea di credito KPI / ESG-linked in Italia, oggi il primo green bond. Sono certo che nuove operazioni di finanza sostenibile seguiranno nel prossimo futuro.” “Un risultato obiettivamente migliore delle nostre aspettative ”- ha commentato Andrea Crenna, CFO del Gruppo – con la fiducia di oltre 200 investitori di oltre 10 Paesi che credo premi la qualità del lavoro fatto dalla Società e dal pool delle banche che ci hanno assistito” L’emissione è in linea con la strategia finanziaria e di sostenibilità (ESG) di A2A e testimonia la vocazione green nonché la continua attenzione alla trasparenza nella comunicazione verso tutti i propri stakeholders. I titoli sono regolati dalla legge inglese e ne verrà richiesta l’ammissione alla quotazione sul mercato regolamentato della Borsa del Lussemburgo dal 16 luglio 2019, subordinatamente alla sottoscrizione della relativa documentazione contrattuale. L’operazione di collocamento è stata curata da BBVA, BNP Paribas – Green Structuring Advisor, Mediobanca, UniCredit, in qualità di Joint Bookrunners. La società è stata assistita dallo studio legale Legance – Avvocati Associati e le banche da Allen & Overy.