Ascobaires: Saldi flop, meno 30%

Milano – “E’ stato un flop l’avvio dei saldi”, esordisce così Gabriel Meghnagi, presidente di “Ascobaires” e consigliere di Unione Confcommercio incaricato a presiedere la rete associativa delle vie milanesi con il Coordinamento dei Distretti Urbani del Commercio di Milano. “Purtroppo torniamo a dire le stesse cose: far partire i saldi il 6 luglio è una follia. Non a caso gli esercenti della Regione Campania hanno ottenuto di anticipare la data. Era sufficiente chiedere alla Regione Lombardia lo “stato di calamità” per la situazione che si è venuta a creare e anticipare la data”. E’ sconsolato il presidente di Ascobaires: “Ho fatto un giro per le vie dello shopping e la gente che acquista è pochissima, siamo al 30% in meno rispetto all’anno scorso”. “E d’altra parte nel week end di luglio chi ha la possibilità va fuori città e chi rimane non ha certo soldi da spendere nei saldi. I turisti poi vanno sui laghi, così è davvero un disastro”. “Senza contare poi che le grandi catene hanno iniziato da tempo con gli sconti selvaggi, con le mail che promettono qualsiasi cosa, con la campagna sul web”. “Bisogna accettare l’idea che è stato commesso un errore nella scelta della data, perché occorre ascoltare chi è impegnato nel lavoro di tutti i giorni per avere il polso della situazione”, insiste Meghnagi, “speriamo che in settimana vada meglio”.