Morti sul lavoro: sindacati, sicurezza priorità

Morti sul lavoro: sindacati, sicurezza priorità

Roma – “Un’ora di sciopero nell’arco delle 24 ore da gestire a livello territoriale, per oggi, di tutti i lavoratori dei porti e delle agenzie marittime”. A proclamarlo a livello nazionale, a seguito dell’incidente mortale sul lavoro che ha coinvolto oggi ad Ancona un agente marittimo nella darsena delle navi portacontainer, sono unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti, esprimendo “il proprio profondo cordoglio alla famiglia” e chiedendo ai Ministeri del Lavoro e dei Trasporti “l’avvio di un confronto con la partecipazione di tutti i soggetti interessati, come strumento di monitoraggio e prevenzione in materia di sicurezza sul lavoro”. “E’ una strage – affermano le tre organizzazioni sindacali – che va fermata con tutti i mezzi in possesso delle istituzioni e con una forte campagna di prevenzione oramai irrinunciabile affinché nell’ambito portuale si riducano al minimo i rischi da interferenze. Le istituzioni e il sistema delle imprese – sottolineano infine Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti – devono assumere la sicurezza e la prevenzione della salute dei lavoratori come priorità assoluta, in primo luogo attraverso la puntuale applicazione delle specifiche procedure, di maggiori investimenti e di maggiori controlli”. Sempre giovedì dalle 9.30, si terrà a Roma presso la sede nazionale di Fillea e Filt Cgil (Via Morgagni 27) l’iniziativa dal titolo “Più sicurezza sul lavoro, Più sicurezza per la viabilità. L’infortunio stradale non è sempre un incidente”. L’iniziativa, organizzata da Fillea e Filt Cgil, è un’occasione per fare il punto, a quattro mesi dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, sulle principali novità presenti nel nuovo decreto ministeriale sulla sicurezza nei cantieri stradali e autostradali in presenza di traffico veicolare che si applica a tutti i gestori della rete stradale e autostradale nazionale, pubblica e privata e alle imprese appaltatrici, esecutrici o affidatarie che operano sulla medesima rete. All’iniziativa interverranno oltre ai rappresentanti delle organizzazioni sindacali coinvolte, i rappresentanti dei Ministeri del Lavoro e dei Trasporti, della Polizia Stradale, dell’Inail e del coordinamento salute e sicurezza delle Regioni che hanno partecipato al tavolo tripartito attivato presso il Ministero del Lavoro.