U-Earth Biotech è la startup vincitrice di “STEEL ON STAGE”

Rho (MI) – È U-Earth Biotech la startup vincitrice di “STEEL ON STAGE”. Il contest, lanciato da Made in Steel, la principale Conference & Exhibition del Sud Europa dedicata alla filiera siderurgica, e Digital Magics, il più importante incubatore di startup digitali “Made in Italy” attivo su tutto il territorio italiano, con il supporto di LombardStreet.io Ventures, ha voluto intercettare prodotti e servizi tecnologici in grado di innovare l’industria siderurgica, rispettando e generando modelli di sostenibilità ambientale e sociale. La fase finale, dopo la selezione che è durata oltre un mese e che ha visto la candidatura di oltre 30 startup e PMI innovative, si è tenuta ieri durante Made in Steel. Le 9 startup e PMI finaliste hanno potuto presentarsi di fronte a una platea di addetti ai lavori, operatori, decisori e manager delle più importanti imprese dell’acciaio italiane e internazionali, aprendo la strada a possibili partnership commerciali e affiancamenti tecnologici. La giuria, formata da esperti di metallurgia e sostenibilità ambientale nell’industria, da esponenti di alcune aziende leader della filiera siderurgica, ha scelto U-Earth Biotech come migliore startup. U-Earth Biotech è un’azienda specializzata nella rimozione di contaminanti e odori da ambienti molto inquinati sia chiusi sia aperti, e nella creazione di smart device che possono monitorare in tempo reale i contaminanti presenti in un dato ambiente. I suoi bioreattori si installano in minuti e non hanno bisogno di alcuna opera muraria. Sono immediatamente efficaci e liberano l’aria da tutti i contaminanti aerodispersi organici e inorganici, trasformando il tutto in materiale inerte tramite un processo di bio-ossidazione. «Abbiamo bisogno di inserire innovazione nel nostro mondo siderurgico, che è un settore tradizionale ma essenziale per il futuro del nostro Paese, spina dorsale della manifattura. Con questo contest, abbiamo cercato di innovare portando le startup all’interno della nostra filiera, e vogliamo fare ancora molto di più, anche per poter migliorare le performance di sostenibilità ambientale delle nostre imprese dell’acciaio. È fondamentale che sempre più giovani, e più donne, si approccino al nostro settore», afferma Emanuele Morandi, presidente di siderweb e Made in Steel. «Anche quest’anno Digital Magics è partner di Made in Steel nel processo di innovazione del mercato dell’acciaio grazie all’‘Open Innovation’ e al digitale. Stanno nascendo nuove sfide e nuovi mercati grazie ai ‘Digital Enabler’, che sono in grado di trainare interi settori, anche i più tradizionali. L’IoT trasforma la manifattura e la rende intelligente e interconnessa, Cloud e piattaforme collaborative rimodellano processi e relazioni fra clienti e fornitori, l’AI ridisegna il modo di vivere nell’industria, la Blockchain certifica e valorizza filiere e processi. Le startup e PMI finaliste della nostra Call sono state protagoniste del più importante evento internazionale della siderurgia e hanno presentato i loro modelli di business innovativi agli operatori europei presenti a Made in Steel»,ha dichiarato Marco Gay, amministratore delegato di Digital Magics.