Conad-Auchan, Filcams Cgil: “Avviare subito confronto”

Conad-Auchan, Filcams Cgil: “Avviare subito confronto”

Milano – Subito un confronto per avere garanzie sul futuro occupazionale di quasi 20mila addetti. Questa la richiesta di Filcams Cgil dopo l’annuncio dell’acquisizione da parte di Conad delle attivita’ di Auchan Italia, a parte i supermercati siciliani. “Con questa operazione – afferma una nota – Conad si propone come nuovo leader del mercato della distribuzione moderna e organizzata. Auchan cede quindi 46 ipermercati e circa 230 supermercati che fanno capo alla controllata Sma Simply. Il gruppo registra ormai da tempo forti difficolta’ economiche e perdite in termini di vendite che hanno determinato negli ultimi due anni la chiusura o la cessione a terzi di diversi punti vendita. Per la Filcams e’ assolutamente prioritario attivare rapidamente un confronto con tutti gli attori di questa operazione commerciale per ottenere garanzie sul futuro dei quasi 20mila addetti interessati dal passaggio. Non e’ accettabile che questa acquisizione possa determinare esuberi e licenziamenti o anche sensibili peggioramenti delle condizioni attuali di lavoro. Il sindacato vuole conoscere il piano industriale di Conad e le intenzioni dell’impresa rispetto al mantenimento del perimetro della rete vendita acquisita dalla multinazionale francese. Anche il Ministero dello Sviluppo economico puo’ e deve giocare un ruolo importante per impedire che i costi di questa operazione si scarichino sui dipendenti determinando una crisi occupazionale dal forte impatto sociale”.