AIRD premia Comune di Milano per innovazione tecnologica, accessibilità e open data

Milano – Un premio per aver messo in atto concrete azioni di innovazione tecnologica, accessibilità e trasparenza amministrativa. Il Comune di Milano ha ricevuto oggi a Roma, presso le Scuderie del Quirinale, il “Premio nazionale Aidr per la diffusione della trasparenza e dell’etica nella Pubblica amministrazione”, riconoscimento ottenuto per la categoria “Comune con oltre 20.001 abitanti” e ritirato da un rappresentante dell’Amministrazione Comunale. La selezione è avvenuta attraverso l’azione di un software dedicato, in grado di verificare la presenza dei requisiti previsti dal Regolamento del premio, che interroga i siti web e assegna un tasso di percentuale di copertura.  Questi gli indicatori: percentuale di copertura del decreto legge sulla trasparenza (d.lgs. 33/2013 e s.m.i.), analisi dei dati comunicati ad Anac, presenza sui social network, pubblicazione di dataset in formato opendata sul portale dati.gov.it e analisi di conformità dei documenti pubblicati rispetto al Dlgs.150/2009, al Dlgs.190/2012 e al Dlgs. 33/2013 e s.m.i. Il coordinamento esecutivo delle attività è assicurato da un Comitato tecnico-scientifico, composto da esperti sui temi della legalità e trasparenza, presieduto dal professor Vincenzo Scotti. L’iniziativa, giunta alla seconda edizione, è promossa dall’Associazione italian digital revolution (www.aidr.it) e ha lo scopo di stimolare le Pubbliche Amministrazioni a migliorare i propri processi amministrativi attraverso l’uso delle tecnologie per favorire la trasparenza e coinvolgere i cittadini nel monitoraggio civico dell’azione amministrativa.