Compravendita casa in calo primo trimestre, prezzi scendono a Milano

Milano – Nel primo trimestre del 2019 le compravendite di abitazioni usate in Italia sono in calo dell’1,2% rispetto al trimestre precedente e del 3,6% su base annua. In base all’indice dei prezzi di Idealista, il calo influisce sul prezzo al metro quadrato, che si attesta attorno a una media di 1.733 euro. I prezzi salgono a Torino (+2,5%) e Bologna (+0,7%), sono stabili a Roma (+0,1%) e scendono a Milano (-2,7%) e a Napoli (-4,1%). Venezia (4.407 euro al metro quadrato) è la città con i metri quadrati più cari, seguono Firenze (3.789 euro/mq), Bolzano (3.487 euro/mq) e Milano (3.143 euro/mq). In fondo alla classifica ci sono Ragusa (879 euro/mq), Caltanissetta (788 euro/mq) e Biella, con 731 euro al metro quadrato. I primi tre mesi del 2019 sono stati all’insegna dei ribassi per 13 regioni italiane: la Campania ha registrato la maggiore diminuzione, con un calo del 3,2%, seguita dalla Lombardia (-2,9%) e dal Molise (-2,2%). In controtendenza ci sono il Friuli Venezia Giulia con un prezzo di richiesta in aumento del 6,9%, davanti a Valle d’Aosta (2,9%) e Basilicata (1,5%). La Valle d’Aosta (2.611 euro/mq) e poi la Liguria (2.545 euro/mq) sono in cima alla graduatoria dei prezzi regionali. Al terzo posto c’è il Trentino-Alto Adige, con 2.393 euro al metro quadrato. Nella parte bassa della classifica ci sono Calabria e Molise, rispettivamente con 913 euro e 962 euro al metro quadro. Prezzi in calo nel 62% delle aree provinciali, con oltre la metà delle variazioni negative del periodo superiori al 2%. Le percentuali di ribasso maggiori si trovano in provincia di Sondrio (-6,6%), Terni e Viterbo (queste ultime entrambe con -5,3%). Udine (10,1%), Gorizia (5,4%) e Pordenone (3,3%) segnano i maggiori rimbalzi dopo i mesi invernali. Bolzano (3.334 euro/mq) è la provincia più cara d’Italia. Secondo i dati di idealista, seguono Savona (3.278 euro/mq) e Firenze (2.792 euro/mq). La provincia più economica è Biella (665 euro/mq).