Ikea: 10 licenziati per i furti; Filcams Cgil, impugneremo il provvedimento

Milano – L’Ikea di Corsico ha licenziato dieci lavoratori e altri 22 subiranno sanzioni disciplinari. L’accusa è di aver rubato o alterato il prezzo con un’etichetta contraffatta, nel magazzino di Corsico, obiettivo vendere la merce in proprio o su internet. Mentre la Procura di Milano ha aperto un’inchiesta per furto e ricettazione, l’azienda ha licenziato 10 lavoratori. Sarebbero una trentina i lavoratori coinvolti compreso un dirigente. La Filcams Cgil, alla quale i lavoratori si sono rivolti, spiega che “sulla base dei documenti in nostro possesso si respinge l’ipotesi di una associazione tra i dipendenti”, ci sarebbe invece “confusione nelle operazioni di etichettatura dell’azienda” che avrebbe portato ad alcune infrazioni ma non tali da determinare il licenziamento. La Filcams Cgil impugnerà il provvedimento.