Taxiblu: verso la mobilità pulita

Taxiblu: verso la mobilità pulita

Milano – “Sul tema della eco sostenibilità del servizio – spiega Stefano Salzani responsabile commerciale di Taxiblu 02.4040- in questi anni è stato fatto sicuramente tanto e molto ancora faremo in prospettiva nell’immediato futuro. Se in passato grande attenzione era stata destinata all’ introduzione dei veicoli ibridi nella nostra flotta (oltre il 65% del totale ad oggi) riteniamo che il passo successivo in tal senso sia l’adozione di veicoli totalmente elettrici (qualcuno già in servizio) ma anche il modo di ripensare all’ utilizzo del Taxi. Mi spiego. Crediamo sia infatti fondamentale ottimizzare il numero delle corse, i suoi occupanti e riducendo quindi le relative emissioni di gas di scarico se il veicolo è equipaggiato con motore termico. Senza contare che ciò alleggerirebbe e non di poco il traffico cittadino circolando in questo modo molti meno veicoli. Per fare questo da diversi mesi Taxiblu con il supporto del partner commerciale BePooler sta studiando un servizio di Taxi condiviso che sulla scia di un servizio già attivo e testato in alcune realtà in Europa vuole introdurre la possibilità di condividere corsa, tragitto e spese con chi ha necessità di muoversi verso una stessa destinazione o nelle immediate vicinanze. Crediamo infatti –conclude Salzani- che investire su una nuova concezione di mobilità possa essere il primo passo per risolvere alcuni dei grandi problemi legati all’impatto ambientale dei veicoli e di quelli legati al traffico cittadino”.