Mind, al via “Mind Education”: le idee per il futuro arrivano dagli studenti

Mind, al via “Mind Education”: le idee per il futuro arrivano dagli studenti

Milano – La visione di Mind sviluppata dai futuri protagonisti del Milano Innovation District, l’area che ospiterà università e centri di ricerca pubblici e privati. È questo l’obiettivo del programma Mind Education, che prevede progetti dalle scuole primarie fino alle università. Proprio i ragazzi della consiglio comunale junior di Rho sono stati i protagonisti anche della presentazione di MIND Education, con le loro domande hanno infatti ‘intervistato’ Laura Galimberti, assessore all’Istruzione del Comune di Milano; Pietro Romano, Sindaco di Rho; Elio Franzini, rettore UNIMI; Massimo Minelli, presidente Fondazione Triulza; Fabrizio Pregliasco del Gruppo San Donato, Marco Simoni, presidente Fondazione Human Technopole e Giuseppe Bonomi, amministratore delegato di Arexpo che hanno illustrato il progetto insieme a Giovanni Azzone, presidente Arexpo e Joe Vincent, Development Director Lendlease. Per le scuole primarie e secondarie di primo grado è stato lanciato il concorso di idee ‘A city in MIND: immagina la tua città del futuro’. Le scuole primarie presenteranno delle creazioni artistiche, mentre le secondarie dei racconti o delle sceneggiature. Oltre alla scrittura si potranno creare anche dei fumetti o utilizzare strumenti multimediali. Il concorso è dedicato alle scuole milanesi e dei 16 comuni del Patto del Nord-Ovest. Il concorso organizzato da Fondazione Triulza ha il sostegno di Fondazione Ubi Banca Popolare Commercio e Industria Onlus, Fondazione Fiera Milano e Net Srl. I lavori verranno raccolti in una pubblicazione e una mostra a cura di MIND e dei suoi partner. Il progetto per le scuole secondarie di secondo grado è una collaborazione con ‘Allenarsi per il futuro’ ideato da Bosch Italia e l’obiettivo è quello di orientare i giovani al loro futuro offrendo opportunità di alternanza scuola-lavoro utilizzando la metafora dello sport. MIND partecipa a numerosi incontri di orientamento del programma, oltre ad ospitarne alcuni, affiancando gli altri partner e i testimonial sportivi per trasmettere valori quali passione, impegno, responsabilità e “allenamento”. Oggi a MIND hanno presentato il progetto il CEO di Bosch Italia Gerhard Dambach e i campioni Daniela Masseroni (ginnastica ritmica) e Mauro Bergamasco (rugby). Sono poi quattro i progetti che saranno realizzati a livello universitario e che si articoleranno sull’anno accademico. L’Università Statale di Milano si dedicherà alla relazione tra arte e scienza, l’Università Milano Bicocca al tema dell’acqua, l’Università Cattolica del Sacro Cuore elaborerà un progetto sull’entertainment e lo IED studierà nuove attività di partecipazione e inclusività nella città.