Lombardia e Italia, boom della ristorazione “etnica”, +40% in 5 anni (1)

Milano – In Lombardia e in Italia, sempre più ristorazione internazionale: sono quasi 23 mila le imprese della ristorazione, tra ristoranti veri e propri (14 mila) e asporto (9 mila), con titolari nati all’estero attive in Italia di cui il 29% con sede in Lombardia (6.503) secondo l’elaborazione della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi su dati registro imprese al 31 dicembre 2017, 2016 e 2012. Una presenza quella delle imprese straniere in questo settore simbolo del made in Italy che cresce di circa il 6% in un anno e oltre il 40% in cinque anni e da lavoro a 83 mila addetti nel Paese e 25 mila in regione. In pratica quasi un addetto su quattro nel settore in Lombardia e oltre uno su otto in Italia lavora per un’impresa di stranieri. Milano è prima nel Paese per imprese di ristoratori stranieri (3.137, il 40% delle imprese del settore, +6,2% in un anno e +48% in cinque) e addetti (12.889, il 15% del totale italiano e il 30% degli addetti del settore dell’area metropolitana) seguita da Roma (2.357 imprese, +5,5% dal 2016 e oltre 7 mila addetti) e Torino (1.277 imprese, +7,4% e 4 mila addetti). Vengono poi, per imprenditoria, Brescia e Bologna e per addetti Firenze e Venezia.