Istruzione e formazione tecnica: Lombardia, approvati 45 progetti

Milano – E’ stata approvata la graduatoria dei Percorsi annuali (800-1000 ore) di specializzazione per il conseguimento del Certificato regionale di specializzazione di Tecnico Superiore. Con uno stanziamento di 5 milioni di euro e con il coinvolgimento di circa 1000 studenti, saranno finanziati 45 corsi, promossi e realizzati da Fondazioni ITS (Istituti Tecnici Superiori) o partenariati composti da Scuole, Enti di Formazione, Imprese e Universita’. Di questi 45 corsi, 17 sono stati presentati da Fondazioni ITS, in una logica di filiera professionalizzante, che ha lo scopo di garantire agli studenti la possibilita’ di non fermarsi alla qualifica e al diploma e di proseguire la propria formazione professionale. I restanti 13 sono stati promossi da Istituzioni Scolastiche, a dimostrazione che la formazione professionale riveste sempre di piu’ un ruolo importante e attrattivo anche per le Istituzioni della formazione pubblica. Nella programmazione dei percorsi per l’anno formativo 2018/2019, Regione Lombardia ha inoltre dedicato una particolare attenzione alle aree interne in attuazione degli Accordi quadro sottoscritti da Regione Lombardia con le Aree Interne di Alta Valtellina e Valchiavenna, Appennino Lombardo – Oltrepo’ Pavese e Alto Lago di Como e Valli del Lario. Si tratta di una specifica riserva per la realizzazione di 5 percorsi: 3 in provincia di Lecco, 2 in provincia di Pavia e 1 in provincia di Sondrio, che godranno di un finanziamento di 550mila euro. Tra i percorsi finanziati, le specializzazioni maggiormente rappresentate fanno riferimento alle aree della meccanica impianti e costruzioni, dell’ICT (Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione), di Turismo e sport. “Con l’avvio dell’anno formativo 2018/2019 – ha commentato l’assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro di Regione Lombardia – credo sia decisivo il potenziamento del segmento dell’offerta formativa di specializzazione tecnica superiore, che e’ un elemento chiave nella filiera verticale per l’accesso alla formazione professionalizzante di livello terziario”. “Finora abbiamo raggiunto ottimi risultati – ha chiosato l’assessore – attestati dalla costante crescita degli allievi e dalla varieta’ e qualita’ progettuale dell’offerta formativa. Per questo, e per realizzare obiettivi sempre piu’ ambiziosi e sfidanti, consideriamo fondamentale il rafforzamento del sistema IFTS”.