​​​​​​​Produzione industriale lombarda, Bonometti (Confindustria Lombardia): +3,6% su base annua

Milano – Prosegue la crescita della produzione industriale lombarda nel primo trimestre, con un incremento congiunturale dell’1,1%. Su base annua la produzione aumenta del 3,6%, in linea con la variazione media del 2017 (+3,7%). Lo rileva l’analisi congiunturale dell’industria manifatturiera. “In Lombardia la ripresa continua in modo sostenuto e i dati presentati oggi in Unioncamere confermano che le imprese lombarde sono passate dal resistere al reagire”. Lo afferma in una nota il presidente di Confindustria Lombardia, Marco Bonometti. “E’ fondamentale, in questo momento – prosegue – non vanificare gli sforzi fatti per la crescita e dare al piu’ presto una guida al Paese, senza perdere ulteriore tempo. Comprendiamo i tempi fisiologici della politica, diversi da quelli delle imprese, ma i dossier europei sui fondi di coesione e sulle politiche di bilancio devono essere presidiati dal sistema Italia compatto: attori economici, istituzioni regionali e nazionali” Secondo Bonometti “in Lombardia obiettivo della nuova legislatura deve essere la competitivita’. Dobbiamo lavorare insieme per un progetto comune orientato alla condivisione di interessi comuni: un sistema lombardo forte e’ la premessa per affrontare la sfida della competitivita’. Confindustria Lombardia vuole essere protagonista di questo processo, contribuendo ad un progetto di sviluppo di lungo periodo, che dovra’ necessariamente andare oltre i termini della legislatura” Tra gli altri dati trimestrali, ancora in crescita gli ordini esteri (+1,0% la variazione congiunturale), mentre restano invariati gli ordini dall’interno. Il fatturato e’ ancora positivo, ma la crescita e’ contenuta (+0,2% congiunturale). Anche l’artigianato consegue un risultato positivo, con un incremento congiunturale dei livelli produttivi dello 0,2% e una variazione tendenziale del +2,2%. In questo contesto l’occupazione presenta i primi segnali di recupero con tutti gli indicatori positivi. Le aspettative per il prossimo trimestre per la domanda sia interna che estera sono in miglioramento per l’industria, mentre le aspettative per l’occupazione e la produzione flettono leggermente pur rimanendo in territorio positivo. Gli imprenditori artigiani sono meno ottimisti per il prossimo trimestre sull’andamento della produzione, con aspettative in peggioramento. Rimangono ottimisti, invece, relativamente a domanda ed occupazione.