Mobility Conference Exhibition: Bonomi (Assolombarda), Milano motore transizione energetica (1)

Milano – “La nostra area-regione ha tutte le caratteristiche per ambire a essere una smart city di livello mondiale e fare da traino nella transizione energetica nazionale verso la green economy” -. Così ha dichiarato Carlo Bonomi, presidente di Assolombarda, intervenendo all’edizione 2018 della Mobility Conference Exhibition, l’appuntamento annuale sui temi della mobilità promosso da Assolombarda e Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi. “Ci rivolgiamo qui al sindaco Sala, come ai sindaci di tutti i capoluoghi lombardi, e al governo regionale della Lombardia in via di insediamento. La nostra area-regione deve fare da battistrada all’Italia per rendere la Pianura Padana capace di liberarsi delle sue polveri sottili e gas tossici, come negli anni Ottanta le grandi città del Nord si dedicarono con successo al contenimento dei fumi e degli scarichi delle lavorazioni industriali. Sono certo che Milano e la Lombardia, per la straordinaria concentrazione e vitalità di imprese della Green economy, possano e debbano darsi l’obiettivo di essere traino dell’Italia. Per rendere la nostra aria meno dannosa per noi, per i nostri figli e per i nostri anziani, per abbattere la congestione e i tempi di percorrenza attraverso forme di trasporto comuni, e per sviluppare nuove tecnologie e offerte di servizio che facciano compiere un balzo di vivibilità e attrattività alle nostre aree urbane.” “Come ogni anno passiamo oggi in rassegna le maggiori sfide della mobilità milanese e lombarda e le priorità sono quelle del Rapporto OTI (Rapporto dell’Osservatorio Territoriale Infrastrutture Nord Ovest) che Assolombarda realizza con Confindustria Genova e Unione Industriale di Torino. Nell’edizione 2017, se guardiamo all’area milanese, emergono alcune priorità: 1) Completare le opere di accessibilità ferroviaria al sistema dei tunnel svizzeri del Gottardo e del Ceneri affinché l’Alptransit (il sistema dei tunnel ferroviari del Gottardo e del Ceneri) possa diventare una sorta di metropolitana tra la Lombardia e il cuore dell’Europa (corridoio Reno-Alpi ex Genova-Rotterdam). 2) Completare le opere di accessibilità all’aeroporto di Malpensa, in particolare il potenziamento della Rho-Gallarate e il raccordo tra il terminal 2 e Gallarate, per accompagnare la crescita dell’aeroporto che nel 2017 ha visto il traffico passeggeri aumentare di quasi il 15% rispetto al 2016 e che l’inizio del 2018 ha visto un volo nuovo su Los Angeles, su Miami e su New York. 3) Completare la rete dell’alta velocità ferroviaria verso Verona e Venezia ad est e verso Genova a sud.” – continua Bonomi.