MICAM: calzature made in Itali in Fiera, la piaga del falso

Milano – Fino al 14 febbraio a Fiera Milano (Rho) 1.364 aziende daranno vita alla manifestazione internazionale del settore, il MICAM. Pilotti: Nella Fashion Square uno spazio dedicato alla lotta alla contraffazione realizzata grazie al Museo del Vero e del Falso. Autenticità, passione, tradizione: l’arte della calzatura racchiude in sé un patrimonio da custodire e preservare, una cultura di cui l’Italia è uno dei maggiori interpreti. Eccellenza, design raffinato e qualità nei materiali ispirano anche l’offerta che contraddistingue MICAM Milano. L’85esima della manifestazione internazionale dedicata al mondo della calzatura che dall’11 al 14 febbraio torna protagonista a Fiera Milano (Rho) sarà una mostra viva e vitale che rappresenta la più alta espressione della creatività e della qualità di un comparto di punta e solo in Italia occupa oltre 77mila addetti diretti in quasi 5mila aziende. Una vetrina internazionale di tendenza, in un format unico per il suo genere, che con i suoi 1.364 espositori, di cui 603 stranieri e 761 italiani, celebra le eccellenze dell’artigianato manifatturiero italiano. Ma l’Italia è lo stato europeo maggiormente interessato al fenomeno del falso, con quasi 7 miliardi di euro all’anno di mancate vendite e 100 mila posti di lavoro andati in fumo. Solo nel 2016 sono stati sequestrati 26 milioni di articoli contraffatti. Sono questi i numeri del fenomeno della contraffazione che colpisce il Made in Italy e che sono stati resi noti nel corso di Micam. Secondo i dati Censis per il ministero dello sviluppo economico, inoltre il gettito fiscale sottratto all’erario dal fenomeno dei falsi, che riguardano soprattutto il fashon, viene calcolato in 1,7 miliardi. I numeri evidenziano che, senza contraffazione, il mercato crescerebbe di 18,6 miliardi. Abbigliamento e accessori risultano i settori più colpiti dal fenomeno: si stima che il valore del falso sul mercato legale sia del 32,5% del totale.