Inquinamento e blocco auto. Mobilità integrata ed ecosostenibile tra le “soluzioni”

 

Milano – “L’ inquinamento, commenta Emilio Boccalini presidente di Taxiblu 02.4040 è ormai un problema “cronico” delle nostre città in particolare a Milano. Continuare però a “colpevolizzare” e a fermare chi utilizza le automobili per spostarsi in città certo non potrà portare a risolvere la situazione se non per pochi giorni, come accaduto in questi ultimi mesi. Questo, prosegue Boccalini, non vuol dire che debbano continuare a circolare liberamente mezzi inquinati, tutt’altro. Noi per primi di Taxiblu lavoriamo per adeguare la flotta dei nostri mezzi circolanti che per ben il 65% è composta da auto ibride. Un numero importante che vorremmo portare ad oltre il 90% entro il 2022. Un progetto ambizioso che ben potrebbe integrarsi con il futuro parco di mezzi pubblici milanesi completamente ecosostenibili che dovrebbero arrivare entro l’anno 2030. Ritengo infatti, che per quanto concerne l’inquinamento causato dai veicoli privati, sarà soprattutto l’integrazione futura delle auto pubbliche non di linea come i taxi e altri servizi come i mezzi di trasporto ecosostenibili e quelli elettrici come anche i treni a poter rappresentare una delle “chiavi di lettura” possibili per risolvere il problema delle polveri sottili e dello smog. Solo invogliando e supportando i cittadini con un’offerta completa, vantaggiosa ed ecosostenibile si potrà far “lasciare a casa” l’auto a chi ancora oggi non può farne purtroppo ancora a meno”.