Lombardia Mobilità: la holding dei trasporti regionali

Milano – La nascita di Lombardia Mobilità – 30 milioni ciascuno tra Anas e Regione – porterà una vera rivoluzione nel settore. Lo ha confermato il governatore Roberto Maroni che ha parlato di “riorganizzazione” delle partecipate nel settore della mobilità, compreso l’ambito ferroviario, che comprende Trenord. Anche perché a fine anno Anas, che governa al 50% Lombardia Mobilità con Regione Lombardia, entrerà a far parte delle Ferrovie dello Stato. “Il progetto lombardia è strategico per tutta la mobilità e in particolare per quella ferroviaria – ha confermato il presidente di Anas, Gianni Vittorio Armani – ovviamente lavoriamo in piena sintonia col nostro futuro socio FS e l’intermodalità è una priorità strategica del Paese. Quindi raggiungerla dove si genera buona parte del Pil è importante per tutti noi”. Anche sul fronte delle merci Lombardia Mobilità si attiverà: “C’è sicuramente un progetto strategico per rendere libera la circolazione delle merci e dei trasporti eccezionali che hanno avuto un forte stop negli ultimi anni per problemi burocratici e di difficoltà di gestione delle infrastrutture. Mettendo a fattor comune le reti per puntare ad un necessario adeguamento”.