Imprese: Anie, stime positive per comparto, 58% vede ricavi in crescita in 2017

Milano – Il settore italiano dell’elettrotecnica e dell’elettronica mostra segnali di ripresa del primo semestre 2017 e anche per il resto dell’anno le aspettative sono per un trend improntato al miglioramento. E’ quanto emerge dall’Osservatorio Anie, una indagine condotta dall’associazione confindustriale che raccoglie le imprese Elettrotecniche ed Elettroniche italiane su un campione di iscritte. Nel primo semestre 2017, il 56% delle imprese che hanno preso parte all’Osservatorio segnala una crescita del fatturato rispetto al secondo semestre del 2016. Di queste il 24% indica una crescita double digit. Uno dei fattori di traino e’ la ripresa della domanda estera. Inoltre, arrivano buone indicazioni anche per il portafoglio ordini: nel primo semestre del 2017 per oltre il 50% delle imprese che hanno preso parte all’indagine, sia piccole che medie, l’ordinato totale e’ in crescita rispetto allo stesso periodo del 2016. Inoltre, anche per il secondo semestre del 2017 le aspettative delle imprese di Anie mantengono un trend improntato al miglioramento: i saldi tra previsioni di aumento e diminuzione sono positivi e risultano superiori rispetto a quelli registrati nel primo semestre. Guardando alle stime relative all’anno 2017 nel suo complesso, le valutazioni confermano un andamento di segno positivo (il 58% delle imprese stima una crescita del fatturato totale nel confronto con il 2016). Il canale estero torna a evidenziare un ruolo trainante (nel 2017 si attende una crescita del fatturato estero per il 64% delle imprese). Analizzando, infine, l’andamento dei mercati finali, ovvero i mercati verso cui sono rivolte le tecnologie Anie, si conferma trainante il mercato Industria: oltre il 60% delle imprese che hanno preso parte all’indagine segnala in questo ambito un aumento della domanda nazionale. Su questo dato certamente si riflette il riavvio degli investimenti in beni strumentali e, in particolare, nelle componenti piu’ tecnologiche come quelle individuate dal Piano Industria 4.0.