Galvagni (Cisl): bene Gentiloni a Milano, si all’Ema, no alla fusione Atm-Trenord-Fs

Milano – In vista della visita a Milano del premier Gentiloni, il segretario milanese della Cisl, Danilo Galvagni lancia un messaggio su trasporto pubblico e ruolo delle Ferrovie dello Stato. “Fa piacere che il Presidente del Consiglio si occupi di Milano”, dice Galvagni. “Renzi è stato presente (dall’Expo in poi) praticamente ogni settimana ma il Patto per Milano è ancora sulla carta. Domani arriva Gentiloni e l’auspicio è che riesca a spostare gli equilibri dell’Italia in Europa almeno per ciò che riguarda la Brexit. L’arrivo a Milano dell’Ema (Agenzia Europea del Farmaco) potrebbe dare una spinta alla ricerca e anche a lavoro e occupazione. Gli altri indicatori che arrivano dal governo non convincono, a partire dai tagli inflitti al trasporto pubblico locale, che stanno peggiorando sensibilmente il servizio rivolto ai cittadini e spingono (così pare) Atm e Trenord tra le braccia delle Ferrovie dello Stato. E se le premesse sono queste la scelta non ha niente a che fare con la qualità del servizio di trasporto pubblico”, conclude Galvagni.