Bonini (Cgil): Milano, bilancio senza coraggio, tavolo mobilità partito in salita

Milano – “Il Consiglio Comunale di Milano ha approvato il bilancio. Bene i tempi di approvazione, bene il tentativo di invertire la rotta sull’educazione”, così su Facebook Massimo Bonini, segretario della Camera del Lavoro di Miano. “Qualche posto negli asili nido è stato recuperato grazie alla nostra spinta critica. Ma sul resto si è lavorato poco, comprese le opposizioni che hanno parlato di palme e banane e solo oggi scoprono che aumentano i costi per le persone. Da oggi qualche slogan sulla Milano del futuro sarà un pò più debole e meno efficace. Non c’è stato il coraggio di fare scelte politiche diverse e ben precise. Male chi oggi sui giornali dichiara che a Milano si vive bene con le tasse che ci sono. Pessime e fredde dichiarazioni aritmetiche che andrebbero spiegate direttamente alle persone che ne verranno colpite se chi le ha fatte sapesse trovare la strada per parlare a quelle persone… Noi la strada la conosciamo bene e la nostra rappresentanza ce l’abbiamo chiara! Il Comune incasserà 3 milioni in più senza migliorare il servizio. Giovani famiglie, donne, lavoratori dipendenti e partite iva che per un bisogno così importante (i figli e il futuro) pagheranno la tassa di iscrizione e non meglio precisati costi aggiuntivi che scopriranno solo tra qualche mese su pre-dopo scuola e i centri estivi. Nelle prossime settimane informeremo noi su cosa potrebbe succedere. Intanto il tavolo sulla mobilità non è partito bene e continua il solito metodo di non ascolto. Se non si cambia atteggiamento anche in questo caso saranno chiare le responsabilità”, conclude la Cgil.