Green Jobs: 1 milione di nuovi posti di lavoro in 5 anni (2)

Milano – I risultati del progetto Green Jobs di Fondazione Cariplo sono già un fatto concreto Sono stati infatti coinvolti in Lombardia 3.500 studenti e 170 classi liceali in percorsi di orientamento, formazione all’autoimprenditorialità e alternanza scuola lavoro tutti in ambito green; 150 tirocini extracurriculari in 85 aziende; 280 colloqui orientativi a giovani in cerca di occupazione in campo ambientale. “Il mercato del lavoro richiede figure professionali con competenze in ambito Green – ha detto Giuseppe Guzzetti presidente di Fondazione Cariplo – Per questo, la nostra Fondazione ha avviato, lo scorso anno, un progetto che punta a generare opportunità di impiego e formazione adeguata per i giovani. Il progetto Green Jobs, in pochi mesi ha dato risultati concreti; insieme ad altre iniziative, come Cariplo Factory e Neetwork, fa parte dell’impegno che ci siamo presi di contrastare la disoccupazione giovanile, partendo dalla formazione. Con Green Jobs abbiamo coinvolto 3.500 ragazzi e abbiamo supportato nuove idee imprenditoriali a consolidarsi, alcune delle quali hanno generato nuove imprese. Ovvio che la formazione non basta, occorre accompagnare questi ragazzi verso il mercato del lavoro, creando contatti con le imprese. Il progetto ancora una volta dimostra che le idee innovative dei nostri giovani, con il supporto di Fondazione Cariplo, della rete di imprese e del mondo della scuola possono trasformarsi davvero in opportunità di lavoro. Ai giovani chiediamo impegno e coraggio, ma abbiamo avuto l’ennesima conferma che questi non mancano”. “Il progetto Green Jobs di Fondazione Cariplo – afferma Marco Barbieri, segretario generale di Confcommercio Milano, Lodi, Monza e Brianza – è un’iniziativa ambiziosa e lungimirante che ha saputo dare un contributo concreto al tema dell’occupazione dei giovani, coinvolgendo una pluralità di soggetti e facendo conoscere le opportunità offerte dalla Green Economy, un settore sempre più trasversale le cui competenze sono richieste, ormai, in tutti i comparti economici ed ampiamente anche nel terziario. Siamo stati – prosegue Barbieri – convinti sostenitori dell’iniziativa condividendone, fin dall’inizio, gli obiettivi e gli strumenti messi in campo e promuovendo presso le aziende dei nostri comparti la realizzazione di tirocini. Le novità introdotte dalla Buona Scuola in materia di alternanza scuola/lavoro evidenziano l’attualità di Green Jobs e valorizzano il ruolo delle Associazioni nell’accrescere il dialogo fra istituti scolastici e imprese (è recentissimo il protocollo d’intesa stipulato tra Confcommercio Lombardia, Regione e Ufficio Scolastico Regionale)”.