Giornata della trasparenza: l’impegno della Lombardia

Milano – ‘Giornata della trasparenza 2016′ oggi al Pirellone. “Si parla spesso di trasparenza e
legalita’, del loro significato e delle loro radici, ma cio’ che davvero serve e’ il poterle calare nei fatti concreti, quotidiani, che ciascuno di noi deve affrontare”, ha detto il sottosegretario alla Presidenza di Regione Lombardia Gustavo Cioppa. “Trasparenza e legalita’ – ha rimarcato il sottosegretario Cioppa – sono, in fondo, due facce della stessa medaglia. Si puo’ parlare di legalita’ in quanto vi e’ trasparenza nella pubblica amministrazione e di trasparenza come
strumento per garantire la legalita’ in cio’ che facciamo”. “In uno dei miei primi interventi qui in Regione – ha detto il sottosegretario – ho richiamato quell’ambiziosa metafora dell’amministrazione come ‘casa di vetro’ tanto cara all’onorevole Turati, il quale riteneva che
‘dove un superiore pubblico interesse non imponga un segreto momentaneo la casa dell’amministrazione dovrebbe essere di vetro'”. “Ecco – ha aggiunto -, l’immagine della ‘casa di vetro’ applicata all’amministrazione continua tuttora a essere usata per individuare l’esigenza del privato cittadino a vedere assicurata una maggiore apertura della macchina amministrativa nei confronti degli amministrati e della societa’ nel suo complesso”. “La trasparenza – ha spiegato il sottosegretario – viene invocata per scongiurare il realizzarsi di attivita’ sommerse, o la indebita soddisfazione d’interessi personali con l’amministrazione occulta della ‘cosa’ pubblica e per far fronte al pericolo di manipolazioni o sotterfugi nell’utilizzo degli strumenti istituzionali. La possibilita’ e il dovere dell’Ente di essere trasparente permette ai cittadini di effettuare un controllo sull’azione amministrativa e cambia dunque il rapporto e la prospettiva tra cittadino e amministrazione, che diventa casa trasparente”.