Lombardia: semplificazione, giro di vite sui centri massaggi

Milano – Via libera dal parlamento lombardo alla legge di Semplificazione 2016. Numerose le novità introdotte. Nel sistema di riscossione della tassa automobilistica (bollo auto), ad esempio, i cittadini lombardi che sceglieranno la domiciliazione bancaria, godranno dello sconto del 10%. In assenza di una normativa nazionale, la legge dà indicazioni precise sull’apertura e sulla gestione dei centri massaggi “di esclusivo benessere”: d’ora in avanti sarà obbligatoria la presenza di personale qualificato (direttore tecnico e attestati riconosciuti dalla Regione) e dovranno naturalmente essere garantiti il rispetto delle norme igienico-sanitarie e di sicurezza sul lavoro. I cittadini non europei e dell’Unione europea, un certificato di conoscenza della lingua italiana (Celi) da allegare alla Scia o, in alternativa, un titolo di studio conseguito presso una scuola italiana legalmente riconosciuta. Procedure più snelle anche per il “click day”, per consentire il più ampio accesso possibile ai bandi regionali. Infine, per quanto riguarda l’ambiente, l’ecotassa, tributo per il conferimento dei rifiuti in discarica, sarà riscosso dalla Regione e verrà completamente destinato a finalità ambientali.